26 gennaio 2016

Mini graffe aromatizzate all'arancia

Siete pronti? Cominciamo con i fritti di carnevale? E allora iniziamo con  le graffe, le soffici ciambelline fritte dolci, tipiche della cucina napoletana, il cui impasto è a base di farina e patate. A Napoli  le potete trovare in ogni periodo dell’anno, ma rimangano un dolce tipico del Carnevale, insieme alle frappe e alle  castagnole. L’origine della Graffa napoletana deriva da suo fratello tedesco il Krapfen,  inventato dalla pasticcera viennese Cecilia Krapf verso la fine del Seicento, un dolce tondeggiante ricoperto di zucchero che giunse alla corte di Napoli con gli austriaci. La versione nostrana della Graffa si diffuse in contemporanea con la Zeppole di San Guseppe, e da subito conquistò i palati più ghiotti. Morbida, forata e rigorosamente fritta, un dolce che cattura gli occhi e il gusto.Io ne sono pazzamente innamorata, sinceramente un pò tutti  a casa mia, infatti figlia e marito ne richiedono spesso, Che dirvi sono nuvole strassofici ... supergolose ...provatele! Prima di iniziare a leggere la ricetta un piccolo discorso sulla scelta delle patate per questo impasto, cercate di utilizzare  le patate a pasta bianca ricche di amido e farinose. Comunque, se non ne trovate, usate sempre patate vecchie, infatti, quelle nuove, essendo raccolte ancora immature, contengono poco amido e sono ricche di acqua, una condizione che durante la lavorazione dei questo impasto (un pò come quello per gli gnocchi) richiederebbe l’aggiunta di molta farina  e le graffe perderebbero la loro classica sofficità. Istruzioni generali date, e allora passiamo alla ricetta e  .... buona frittura!!!!


 
Ingredienti
 per  circa 30/35 ciambelline
125 gr di farina 00
125 gr di farina manitoba
250 gr di patate ( peso da cotte  al netto degli scarti)
3.5 gr di lievito di birra disidratato
1 uovo intero + 1 tuorlo
40 gr di zucchero semolato
50 ml di latte fresco
la buccia di 1arancia bio grattugiata
25 gr di burro
Un pizzico di sale
Olio per friggere

Per la copertura
Zucchero semolato 



 Procedimento
Mettete a  lessare le patate con la buccia, quando saranno cotte, lasciatele intiepidire (quel tanto che si possano toccare con le mani), pelatele e passatele allo schiacciapatate. Mettete in una ciotola le farine setacciate e le patate tiepide schiacciate, amalgamate velocemente con le mani. Verrà un composto sbricioloso tipo pasta frolla,  a questo punto passate il composto sulla spianatoia e dategli la classica forma a fontana, al centro mettete lo zucchero, le uova, il burro, sciolto e fatto raffreddare, la buccia di arancia grattuggiata e il lievito fatto sciogliere nel latte tiepido con un pizzico di zucchero. Impastate fino al raggiungimento della consistenza (tipo gnocchi), se serve aggiungete altra farina o altro latte. L’impasto tenderà ad essere leggermente appiccicoso, è normale, cercate  di impastare poco perché  le patate più impastate e più buttano fuori acqua  e rendono l’impasto umido. Staccate dei pezzetti dall'impasto e fate dei rotolini, che poi unirete dando la forma delle ciambelline. Decidete voi la grandezza che preferite, ma ricordatevi che lievitando raddoppieranno il loro volume, per cui fate sempre il buco bello largo altrimenti potrebbe chiudersi. Mettete  le graffe, man mano che le preparate, su delle teglie ricoperte di carta forno e lasciatele lievitare,  coperte con un panno, al caldo per circa 4 ore. Ora passiamo alla fase frittura, per agevolare questa operazione, vi consiglio di tagliare a quadrati la carta forno su cui sono appoggiate le vostre graffe, così da non toccarle con le mani, potreste rischiare di sgonfiarle. Le metterete nell'olio bollente direttamente con la carta. Scaldate abbondante olio in una pentola per fritti profonda (le ciambelle devono galleggiare) quando l’olio sarà arrivato alla giusta temperatura (controllate con il solito metodo del bastoncino di legno appena si formano le bollicine intorno è pronto) potrete procedere all’immersione delle ciambelle, fatelo senza staccarle dalla carta forno, la carta verrà via facilmente con un pinza dopo un secondo dall’immersione. Friggetele, girandole delicatamente un paio di volte finchè saranno ben dorate. Scolatele, passatele un secondo su carta da cucina e poi immediatamente nello zucchero semolato. Fatele riposare dai 30 ai 60 minuti e poi gustatele. Con la sosta ci guadagneranno, a meno che nella vostra cucina non volino avvoltoi…. Da me volano! E nel caso vi dovessero avanzare? Sono perfette anche il giorno dopo, conservatele semplicemente su un piatto coperte con un tovagliolo di carta. 
Buon appetito!





Buona vita
e alla prossima ricetta!






44 commenti:

  1. Bravissima sono davvero belle, io non amo i dolci tipici del carnevale ...non ne ho mai cucinati!
    Le tue graffe sono bellissime .

    RispondiElimina
  2. Ma quanto sono belle e così invitante, vien voglia di allungare la mano per prendere almeno una senza accorgerti, troppo buoni ! Buon inizio di settimana !

    RispondiElimina
  3. Che buone Alice, proprio belle e golose.. e mi piace questo profumo d'arancia..complimenti per questa deliziosa ricetta, una bellissima inaugurazione del carnevale!
    Bacioni e buona settimana ;-)

    RispondiElimina
  4. Anche io ho iniziato oggi con i fritti dolci! Le graffe con le patate non le ho ancora fatte, quindi proverò le tue a giorni!!!! Un bacio!

    RispondiElimina
  5. Queste a casa mia non mancano mai. In questo periodo ma anche durante l'anno. Da noi è tradizione prepararle anche per la festa del papà o come viene la voglia.
    Ti sono venute benissimo. bAci.

    RispondiElimina
  6. Alice cara, qua mi pigli per la gola... ne sono ghiottissima, ottime all'arancia!!!!

    RispondiElimina
  7. proprio della magnifiche graffe, buonissima

    RispondiElimina
  8. Ricetta meravigliosa complimenti! Ti sono venute davvero splendide, ed immagino che buone!

    L’angolo della casalinga, ricette veloci e facili

    RispondiElimina
  9. ne acchiappo una , le conosco sono una delizia ! Buona settimana, un abbraccio !

    RispondiElimina
  10. Belle e buone! Complimenti <3

    RispondiElimina
  11. Belle e buone! Complimenti! Un bacione

    RispondiElimina
  12. Adoro le ciambelline e quelle con le patate sono le mie preferite. Non posso fare a meno di provarle, sono così invitanti!
    Grazie per la ricetta e consigli.
    Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  13. Ammetto che aspetto il Carnevale solo per mangiare tutti i dolci che porta! E' un piacere vederli nei panifici e nelle vetrine delle pasticcerie, figuriamoci farli a casa! Dovrei lanciarmi anche io nell'autoproduzione di questa dolcezza, ho sempre rimandato ma amo le prime volte... :-)

    RispondiElimina
  14. Assolutamente irresistibili, troppo belle!!

    RispondiElimina
  15. Non le dovrei neanche guardare, perchè io proprio non resisto davanti a una graffa o un bel krafen. Sono la mia rovina

    RispondiElimina
  16. Ma si, cominciamo pure!!!! Io ne mangerei a iosa! Un bascione e buona settimana!

    RispondiElimina
  17. Alice cara io queste purtroppo non le ho mai assaggiate :( Adoro i fritti e amo i dolci quindi mi dispiace il doppio .. devono essere buonissime!
    Baci baci
    Marina

    RispondiElimina
  18. Come si fa a dire di no, davanti a tanta bontà.

    RispondiElimina
  19. Che meraviglia!! Sono perfette!!
    Si, le adoro, morbide e profumate, brava Alice e grazie per i consigli!!
    Un bacione e buona settimana!!

    RispondiElimina
  20. si a Napoli le trovi sempre,si mangiano a colazione,a merenda, al mattino, al pomeriggio,sono una golosità che ci si concede quando si ha voglia di qualcosa di tanto buono,mentre a Napoli sono senza crema qui le trovi rigorosamente con la crema,grazie per questa delizia

    RispondiElimina
  21. Hanno un bellissimo aspetto!!!! io quest'anno salto coi dolcetti carnevaleschi.. ho ancora da smaltire quelli natalizi.. Però... una tua graffa la assaggerei volentieri.. baci e buona settimana :-*

    RispondiElimina
  22. sai che nno ho ancora iniziato a fare i dolci carnevaleschi????Ma mi stai facendo venire una voglia!!!!bravissima!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  23. Mangio da qui cosi non mi fa male. Buona serata

    RispondiElimina
  24. Non è febbraio se non si sente l'odore dei dolci fritti! mi spiace per le donne che non vogliono sentire "odori" in casa, ma quando si deve si deve! queste graffe mi piacciono tantissimo, tutte ricoperte di zucchero!!

    RispondiElimina
  25. Ciao Alice sono bellissime e davvero irresistibili. Io ancora non ho iniziato con i dolci di carnevale, ma a vedere queste tue ciambelline mi viene l'ispirazione per cominciare! Baci.

    RispondiElimina
  26. mai fatte ma forse è meglio perchè me le mangerei tutte, ma tutte, baci!

    RispondiElimina
  27. Quanto mi piacciono le graffe o ciambelle o bomboloni, come le vuoi chiamare. Le adoro, lo sai? Mannaggia ma perchè sono così golosa?

    RispondiElimina
  28. graffe krapfen taralli co l,o zucchero qualsiasi nome uhmm mi hai fatto venire una voglia
    bellissime alice complimentissimi

    RispondiElimina
  29. Tu mi vuoi morta..sono in ipersalivazione O_O
    Complimenti Alice e se questo è solo l'inizio non oso immaginarmi il seguito :-P
    Felice settimana anche a te <3

    RispondiElimina
  30. Ciao Alice,
    ma che bonta'! Non le ho mai provate, sono sempre un po' titubante all'idea delle patate in un fritto dolce. Mi sa che devo farle prima o poi, e' che in casa mia i crostoli fanno da padroni e non vogliono altri fritti! :(
    Qui a NY tutto e' tornato nella norma, tanta neve, ma il tutto e' stato gestito bene. Grazie!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  31. Che meraviglia!!!! lo so che fanno male alla dieta, ma come si può resistere???!!!

    RispondiElimina
  32. Adoro i fritti di carnevaleee!! Golosiiiii!!

    RispondiElimina
  33. ma che bontà!! grazie per i consigli, proverò a farle! poi ti dico come sono venute :)) buona giornata, ciao Andrea

    RispondiElimina
  34. Alice, sei una tentatrice... non puoi farmi questo, io le adoro...sono bellissime e golosissime! Bravissima come sempre!
    Un dolcissimo abbraccio e felice serata!
    Laura<3<3<3

    RispondiElimina
  35. l'ho vista sul tuo profilo facebook...strepitose, e mini mi piacciono ancora di più!! Un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  36. sono davvero deliziose, devo provare anche io a farle in casa!

    RispondiElimina
  37. Le adoro! E poi aromatizzate all'arancia chissà che bontà! Bravissima Alice, un abbraccio grande!! :**

    RispondiElimina
  38. Mamma mia che belle e che buone!!!! Sento persino il profumo.
    Te ne ruberei volentieri una :)
    Un bacio e buona domenica

    RispondiElimina
  39. O_O che meraviglia, vien voglia di mangiare lo schermo!!!!

    RispondiElimina
  40. Succulente! Che acquolina... Le provo sicuro

    RispondiElimina