15 gennaio 2020

Veg burger con nocciole e lenticchie


La vita è un arazzo
e si ricama giorno dopo giorno 
con fili di molti colori
alcuni grossi e scuri
altri sottili e luminosi
tutti i fili servono

(Isabel Allende)


Dopo le feste ed i piccoli o grandi sgarri alla dieta che tutti ci siamo concessi, che ne direste di un’idea salutare e appetitosa, come ad esempio dei veg burger? Buoni, sani e nutrienti. Questi, in particolare, con lenticchie e nocciole, non solo, sono facili da preparare, ma anche particolarmente gustosi, vedrete piaceranno a tutti, grandi e piccini. Sono ideali per una cena vegetariana veloce e ricca di sapore. Un secondo piatto, caratterizzato da tutte quelle proprietà nutrizionali che possono essere di beneficio alla nostra salute. Come sappiamo, infatti, le lenticchie sono un’importante fonte di ferro, e sono fondamentali per fornire all'organismo le proteine alternative a quelle di origine animale. Sono anche ricche di fibre e povere di grassi, quindi ideali per chi vuole seguire un regime alimentare controllato. Inoltre in questi burger ci sono anche le nocciole, che sono una fonte eccellente di vitamine, minerali, proteine, fibre, acidi grassi essenziali e antiossidanti. E poi, mamme, non sottovalutate che in un burger gli ingredienti si “mimetizzano” molto bene e così anche i bimbi più capricciosi potrebbero apprezzare senza troppe storie questi deliziosi legumi. La ricetta dei burger ,che vi lascio oggi, viene da un’idea della famosa Martha Stewart.

6 gennaio 2020

Una stella di buon auspicio


Dai ad ogni giornata
la possibilità di essere la più bella
della tua vita.
(Mark Twain)


Ci credete se vi dico che non ne posso più di mangiare? Credo di non aver mai mangiato così tanto come in questo periodo “natalizio”. Sarà stata una concatenazione di eventi, ma è stato un susseguirsi incessante - oltre le feste comandate a tavola con i parenti - di pranzi, cene, feste, dopocena, aperitivi, thè con le amiche, incontri vari e tutti allietati da tantissimo buon cibo, deliziose varietà di dolci e tante bollicine!  Ho mangiato sempre, ho mangiato troppo, ho mangiato esageratamente, ma soprattutto ho mangiato fuori da quello che è il mio schema alimentare abituale. Quindi mi sento satura, vivrei di frutta e forse di qualche vellutata, visto il freddo di questi giorni, ma c’è ancora l’Epifania …. Non so, al riguardo, quali siano le vostre tradizioni o abitudini familiari, ma nella nostra famiglia non è mai stata una festa molto sentita, neanche nell'infanzia. La befana non porta regali, solo qualche dolcino, e non ci si riunisce per mangiare ancora, fortunatamente!  Però un piccolo rito ce l’abbiamo anche noi. La mattina del 6 gennaio ci piace, dopo aver curiosato nelle nostre calze, fare colazione in sala, accanto al nostro albero illuminato, con la tavola apparecchiata elegantemente. Una mise en place che curo nei minimi dettagli la sera prima, proprio per potermi godere questa colazione speciale, vissuta come un’ultima coccola festiva, soltanto per noi tre, prima del rientro alla routine quotidiana. Quest’anno ho preparato un dolce semplice e super soffice ed ho voluto utilizzare uno stampo a forma di stella, in senso di buon auspicio. Perché mi auguro che questo 2020, per la mia famiglia, lasci scorrere i nostri giorni sotto la protezione di una buona stella … ne abbiamo bisogno, anche se per motivi diversi, un po' tutti. Ultima cosa, molti di voi, incuriositi dalla mia collezione di Babbi Natale, mi hanno chiesto di specificare la provenienza di quelli che si vedono nelle foto. Vi accontento subito, quello che vedete in questa fotografia lo abbiamo acquistato durante una vacanza  a Mosca.


1 gennaio 2020

Buon anno!


Auguri 
alle mie amiche di avventura 
e che il nuovo anno ci porti il dono 
di seguitare ad essere sempre insieme 

Auguri 
a tutti voi vecchi e nuovi lettori 
che il vostro anno sia sereno 
senza ansie e preoccupazioni
e che vi porti in dono 
momenti felici, grandi soddisfazioni
e belle emozioni

Auguri 
a  chi, mentre noi brindiamo,
lavora per rendere più bella la nostra serata

Auguri 
ai nostri figli e ai nostri nipoti
che il loro futuro sia lastricato di successi
e colmo d'amore

Auguri 
agli amici quelli veri
 che dividono con noi lacrime e sorrisi

Auguri
a chi è ancora capace di sperare
in questa folle umanità

Auguri 
a chi sta male
ma non smette di lottare
e lo fa sorridendo

Auguri 
a chi non ha compreso 
che la vita è una sola 
e non va rischiata 
per uno stupido gioco

Auguri 
a chi sa donare 
senza chiedere nulla in cambio

Auguri
alla nostra madre terra
e a tutti coloro che si uniscono per proteggerla

Auguri 
a chi nonostante tutto
non smette mai di sperare
in un nuovo anno migliore! 







Auguro a tutti voi 
uno sfavillante 2020 !!





27 dicembre 2019

Biscotti natalizi speziati al cacao



Serenamente 
contemplava la corrente del fiume
mai un’acqua gli era tanto piaciuta
 come questa
mai aveva sentito
 così forti e così belli
la voce e il significato dell’acqua che passa
Gli pareva che il fiume 
avesse qualcosa di speciale da dirgli
qualcosa ch'egli non sapeva ancora
qualcosa che aspettava proprio lui.
(Hermann Hesse)


E finalmente anche per me sono arrivate le vacanze natalizie. No, non è un post programmato in cui ho sbagliato a postare la data di pubblicazione, è che per me i veri giorni di riposo iniziano proprio il 27 dicembre …. dovendo preparare, da sola, sia la cena della vigilia che il pranzo di Natale!! Da oggi finalmente solo coccole in famiglia, thè con le amiche, lunghe passeggiate e serate di giochi!  Sarà colpa del mio mal di schiena, ma questi giorni trascorsi tra spese alimentari e preparativi culinari, mi stancano molto e alla fine arrivo a godermi le feste meno di come dovrei e vorrei. Ora invece finalmente solo calma e relax, le giornate più belle, le luci ancora scintillano, la sveglia non suonerà per giorni, tempo per me stessa, tempo in famiglia, tempo per gli amici ... Tempo da cioccolate calde, vin brulè, thè profumati e … biscotti! Questi biscotti speziati, ad esempio, semplici e veloci da preparare, con il loro profumo spargeranno l’aroma del Natale in tutta la casa. Aria di festa da tenere stretta nel cuore ancora per parecchi giorni. 


24 dicembre 2019

Buon Natale!


Se comandasse lo zampognaro
Che scende per il viale,
sai che cosa direbbe
il giorno di Natale?
“Voglio che in ogni casa
spunti dal pavimento
un albero fiorito
di stelle d’oro e d’argento”.
Se comandasse il passero
Che sulla neve zampetta,
sai che cosa direbbe
con la voce che cinguetta?
“Voglio che i bimbi trovino,
quando il lume sarà acceso
tutti i doni sognati
più uno, per buon peso”.
Se comandasse il pastore
Del presepe di cartone
Sai che legge farebbe
Firmandola col lungo bastone?
“Voglio che oggi non pianga
nel mondo un solo bambino,
che abbiano lo stesso sorriso
il bianco, il moro, il giallino”.
Sapete che cosa vi dico
Io che non comando niente?
Tutte queste belle cose
Accadranno facilmente;
se ci diamo la mano
i miracoli si faranno
e il giorno di Natale
durerà tutto l’anno.
(G.Rodari) 


Vi auguro 
un sereno Natale
colmo di affetti sinceri, 
giornate spensierate
cieli sereni
e animo leggero
Vi auguro 
gioia e sorrisi
abbracci, coccole, tranquillità
e tanto buon cibo!




16 dicembre 2019

Panettone salato facilissimo e velocissimo, senza tempi di lievitazione


Sogna ciò che ti va
vai dove vuoi
sii ciò che vuoi essere
perché hai solo una vita
e una possibilità
di fare le cose che vuoi fare
(Paulo Coelho)


Che periodo! Non capisco per quale motivo, ma anche se dico sempre di fare le cose con calma ed organizzarmi prima, il mese di dicembre mi arriva addosso come uno tsunami e mi travolge di mille impegni. Un attimo prima, mi sembra di avere tantissimo tempo a disposizione, un attimo dopo, è già tardissimo !!! Il problema, forse, è che la mia vita quotidiana è già di suo pienissima … se poi aggiungiamo i regali d'acquistare, la spesa da organizzare, le prove culinarie da fare, il traffico romano totalmente impazzito ... ecco che il blog ci rimette e di conseguenza chi di voi passa per prendere uno spunto o un'idea per la cena della vigilia o il pranzo di Natale, rischia di rimanere deluso. Quindi, accettate le mie scuse, e vi prego comprendetemi! Ma secondo voi se chiedessi a Babbo Natale un regalo anticipato, tipo le ferie natalizie … prima di Natale, sarei accontentata? Non credete che sarebbe bellissimo? Avrei tempo per dedicarmi tranquillamente ai preparativi, tempo per biscottare, provare nuovi dolci, o magari finalmente sfornare un panettone! Ma anche per questo Natale niente grandi lievitati home made in casa mia, però quest’anno ho provato a fare il tradizionale panettone ... in versione salata. Una vera chicca, super facile, super veloce e super gustosa! Il panettone salato, che nulla ha a che fare con il classico panettone “gastronomico” da imbottire, è un rustico perfetto da portare in tavola nelle festività natalizie, tra gli antipasti o su un buffet. Simile nella forma al classico panettone dolce, stupirà i vostri ospiti con la sua farcitura di salumi e formaggi! Mi dispiace di non avervi potuto fotografare la fetta, ma l'ho portato sabato sera ad una cena di auguri natalizi tra amici ...



4 dicembre 2019

Plumcake allo yogurt con cioccolato al 70%


It's beginning to look a lot like Christmas
Soon the bells will start
And the thing that will make them ring
Is the carol that you sing
Right within your heart
It's beginning to look a lot like Christmas
Toys in every store
But the prettiest sight to see is the holly that will be
On your own front door
Sure it's Christmas once more

(Michael Bublè)


Il mese più bello dell’anno è arrivato! La tradizione vorrebbe che fosse rispettata la data dell’8 dicembre per iniziare ad addobbare la casa, ma io non ho saputo resistere alla tentazione di calarmi nella magia dell’atmosfera natalizia, e quindi la mia casa è già pronta e bellissima per ricevere in un clima festoso amici e parenti. Amo abbellire il mio appartamento, posizionare candele e stelle di Natale, preparare l’albero, mettere in bella mostra la mia meravigliosa collezione di Babbi Natale e poi piccoli dettagli natalizi un po' ovunque che sanno trasformare, come per incanto, le mura domestiche in un posto magico. A proposito di Babbi, vi piace l'ultimo arrivato lo scorso Natale?  Io lo trovo molto romantico (forse perché è un regalo di mio marito?) ed è anche molto bella la musica del suo carillon... E voi avete già iniziato ad addobbare la casa o aspetterete il prossimo week end? Intanto vi lascio una ricetta semplice per un soffice plum cake facilissimo da preparare, ma molto goloso, perfetto per la colazione o la merenda di grandi e piccini e dalla prossima settimana tante idee dolci e salate per le prossime festività. Buon dicembre!


26 novembre 2019

Biscotti alla frolla montata senza uova di Gino Fabbri


Saper sognare
è l’ingrediente più importante

(Gino Fabbri)


Considerato uno dei padri della moderna pasticceria italiana, Gino Fabbri ha vinto la Coupe du Monde de la Patisserie di Lione nel 2015 ed è il presidente dell'Associazione maestri pasticceri italiani. Sguardo mite, sorriso bonario, appassionato cultore delle tradizioni dolciarie nazionali e bolognesi, professionista di lungo corso, assurto ai massimi riconoscimenti internazionali senza mai perdere di vista l’umiltà e la semplicità, suoi tratti distintivi. Gino Fabbri è un connubio perfetto di artigianalità e tradizione, con la missione di divulgare l’eccezionale qualità delle materie prime italiane. Non mi vergogno ad ammettere che fino a non molto tempo fa non conoscevo la sua eccellenza, l'ho scoperto nel 2000 quando il suo dolce vinse il concorso per la Torta del Giubileo, una libidine composta da una mousse al cioccolato fondente e amarena di Vignola su croccanti di pralinato alle mandorle, biscotto morbido inzuppato al Kirsh e glassa all'amarena. Più avanti nel tempo, durante un week end a Bologna sono andata nella sua pasticceria ed ho assaggiato, e sinceramente sono rimasta deliziata. Se volete un consiglio, nel caso vi trovaste da quelle parti, non mancate di fare una visita golosa alla sua pasticceria, considerata ormai un punto di riferimento nazionale per tutti gli amanti dell’arte bianca. Per oggi vi lascio dei semplicissimi, ma deliziosi biscotti preparati con una sua ricetta.


20 novembre 2019

Plum cake zucca, mandorle e cannella ... semplicissimo, veloce e strasoffice !


Nelle lunghe giornate di pioggia,
anche gli istanti sembrano stanchi,
scorrono con lentezza 
quasi a sussurrare al mondo la loro tristezza

(Stephen Littleword)


Mi rendo conto che dovrei smettere di propinarvi ricette con la zucca, ma che ci volete fare io l’adoro! La regina dell’autunno, è sempre più spesso protagonista delle mie ricette sia dolci che salate. Mi piacerebbe, soltanto, trovare con più facilità le varie tipologie. Perché le zucche non sono tutte uguali, e non solo per la forma, la grandezza o il colore, ma soprattutto per il sapore e la consistenza della polpa. Ad esempio la zucca Mantovana o Cappello del prete, con la sua caratteristica forma a turbante dal colore verdastro, ha una polpa farinosa, asciutta e saporita, e risulta perfetta da utilizzare per il ripieno dei famosi tortelli. Mentre la candidata ideale nella preparazione degli gnocchi è la zucca marina di Chioggia.  Esteticamente bruttina, con la sua buccia scura, irregolare e bitorzoluta, nasconde una polpa arancio brillante, dolce, compatta e zuccherina. Un’altra varietà di zucca è la cosiddetta Americana, da noi viene coltivata nelle province di Mantova e Reggio Emilia. Ha la buccia liscia, costoluta e striata, nei toni del verde e dell’arancio. I suoi semi, una volta tostati, sono perfetti per arricchire zuppe, pane, insalate e dolci, mentre la polpa di questa varietà dà il meglio di sé nei ripieni e nelle mostarde. La zucca Berrettina Piacentina, invece, con la sua forma piatta, la superficie irregolare e la buccia scura, ha una polpa di un meraviglioso giallo-arancio  soda, compatta e farinosa, perfetta per preparare paste imbottite e risotti. Un’altra tipologia, piuttosto diffusa in Italia, è la zucca Violina. Ha una forma a pera, buccia costoluta di colore arancione chiaro, con polpa di un bell’arancione carico. La delicatezza del suo sapore e la sua consistenza cremosa, la rendono ideale nella preparazione di minestroni, zuppe e vellutate. Poi c’è la zucca Lunga di Napoli, in dialetto cucozza zuccarina, con la sua buccia liscia e sottile, di colore verde chiaro o scuro, talvolta con delicate sfumature color arancio che racchiude una polpa di colore arancio intenso, di consistenza soda e dal sapore dolce e muschiato. Risulta ideale per preparazioni sia dolci che salate, e ovviamente è perfetta per preparare la pasta con la zucca, tipica ricetta partenopea. La Trombetta d'Albenga, invece, con la sua forma allungata, ritorta e con una estremità rigonfia, ha un aroma caratteristico di nocciola e un sapore poco dolce, molto adatta nelle minestre di verdure. Un’altra tipologia di zucca è quella di Castellazzo Bormida. Dimensioni importanti, buccia scura e spessa, con escrescenze e solchi. Prodotta principalmente in Piemonte, ha una polpa particolarmente dolce, caratteristica che la rende ideale nella preparazione delle confetture, delle torte e dei biscotti. Infine, la mia amata zucca Delica. Dimensioni contenute, buccia verde scuro, forma tondeggiante appiattita ai poli. La sua polpa è compatta, soda ed asciutta, cioè povera di acqua e quindi garanzia di un sapore pieno e deciso, oltre che di una consistenza strutturata. Forse la più versatile, ideale sia per la pasta ripiena, che per i lievitati, perfetta dai dolci agli gnocchi. Onnipresente nella mia cucina. 


12 novembre 2019

Brioche con impasto dolcesale di Montersino


Prenditi tempo per pensare,
perché questa è la vera forza dell’uomo.
Prenditi tempo per leggere,
perché questa è la vera base della saggezza.
Prenditi tempo per pregare,
perché questo è il maggior potere sulla terra.
Prenditi tempo per ridere,
perché il riso è la musica dell’anima.
Prenditi tempo per perdonare,
perché il giorno è troppo corto per essere egoisti.
Prenditi tempo per amare ed essere amato,
è il privilegio dato da Dio.
Prenditi tempo per essere amabile,
questo è il cammino della felicità.
Prenditi tempo per vivere!

(Pablo Neruda)


Parole più che mai adeguate a questo mondo frenetico dove tutti sembrano avere tutto … tranne il tempo! Eppure dovremmo sempre trovare del tempo da dedicarci e da dedicare, non solo tempo per "fare". Tempo per noi stessi, per chi amiamo e per le cose che amiamo. Anche in cucina, andiamo sempre tutti di corsa, eppure anche qui è così bello ogni tanto regalarsi del tempo! Queste sofficissime brioche ad esempio, sicuramente richiedono più impegno, più pazienza e più tempo di realizzazione rispetto ad una classica torta da credenza o a dei biscotti, ma quando infine escono dal forno, il profumo che invade la casa è talmente inebriante e talmente è tanta la soddisfazione e la gioia negli occhi dei familiari al primo assaggio, che ripaga abbondantemente del tempo impiegato per la realizzazione. Nulla è più perfetto accanto ad un caffè o ad un thè. La prima colazione o la merenda allietate da queste soffici e calde brioche diventeranno subito piccoli momenti magici. Dolci pause per coccolare e coccolarci. In tanti anni di blog ho infornato tantissimi impasti per brioche, oggi vi propongo l’impasto dolce sale di Luca Montersino che ho trovato nel meraviglioso blog di Ylenia. Un impasto semplicemente strepitoso e versatilissimo, panini perfetti sia che vogliate utilizzarli in versione dolce o salata!