27 settembre 2016

Ciambella alla panna e cioccolato bianco

 
“Sì lo confesso, sono uno con le idee chiare.
Poco razionale, ma che sa pensare con la sua testa.
Uno emozionalmente pragmatico,
che valuta quanto valgono e costano le cose.
E pretende che questa equazione sia...SEMPLICEMENTE giusta.
Confesso anche che credo nell'inventiva umana,
ma comincio a odiare la superficialità in cui sguazza questa società.
Followers, likes, lovers,
e tutte queste generazioni preoccupate solo di piacere,
invece di respirarsela la vita.
E lo so, sono un pò demagogico,
ma in che razza di mondo viviamo!
Ciò che conta davvero sono i veri valori,
la loro assenza crea il vuoto.
Ecco perché lotto per ciò in cui  credo,
per ciò che desidero, che amo e che mi fa battere il cuore.
Confesso che non cerco l'approvazione di nessuno
e me ne fotto di ciò che gli altri pensano di me.
Io so chi sono e quello che posso...
E quello che posso, lo voglio...
SEMPLICEMENTE!”
(Cit.)

Vi siete mai chiesti come sarebbe la nostra vita senza i social network o gli smartphone? La tecnologia è indiscutibilmente parte integrante del nostro quotidiano, per certi versi è un grande aiuto,  ma quello che mi piace meno è come vedo  modificare, in peggio a parer mio, i rapporti interpersonali. Giuro che mi sento vecchia a dire queste cose, ma sinceramente quando io avevo 20 anni ( l’età di mia figlia ora) trovo che i rapporti con gli amici fossero più veri, intensi, tangibili. Oggi, invece,  è tutto cosi virtuale, aleatorio, superficiale, veloce… troppo veloce.  Il mondo digitale dà solo l’illusione di instaurare nuove relazioni. I social network ci fanno credere di far parte di un gruppo, ma in realtà ci stanno allontanando dalle emozioni che solo la vita reale ci può regalare ... guardare un amico negli occhi, dargli un bacio su una guancia, abbracciarlo  stringendolo forte magari per consolarlo …nulla di tutto ciò può essere paragonabile ad una emoticon!  Troppe persone sono talmente sempre  “connesse”  che si dimenticano di alzare lo sguardo  dai loro coloratissimi display ad alta definizione, per guardare SEMPLICEMENTE il mondo reale, troppo distratti per comprendere quanto si stano perdendo di vita vera, di quella dei loro figli, dei loro amici … e semplicemente di loro stessi!  Non voglio demonizzare le nuove tecnologie, né internet né gli smartphone, ma sarebbe bello se le persone cominciassero ad essere un po’ meno connesse, se dessero un po’ meno “mi piace” e  ricominciassero semplicemente a regalare ai loro affetti un po’ più presenza.  Semplicemente parlando , vi lascio la ricetta di una ciambella facile e strasoffice e che resta tale per giorni!
 


Ingredienti
per uno stampo da 24 cm

250 gr di zucchero semolato
300 gr di farina 00
100 gr di fecola
4 uova bio
300 ml di panna fresca da montare
50 ml di olio evo
1 bustina di lievito per dolci
100 gr di cioccolato bianco



Procedimento
Montate a lungo, con le fruste elettriche, le uova con lo zucchero fino a quando non avranno triplicato la loro massa e saranno diventate chiare e spumose. Aggiungete l’olio,  la panna e seguitate, sempre con le fruste in azione, ma a velocità ridotta, ad aggiungere la farina setacciata con il lievito e la fecola.  Quando il composto sarà pronto, e tutta la farina sarà ben amalgamata, aggiungete delicatamente, con l’aiuto di una spatola, la cioccolata bianca precedentemente sciolta a bagnomaria. A questo punto imburrate ed infarinate il classico stampo da ciambellone, inserite l'impasto  ed infornate, in modalità statica a 180° per circa 40 minuti. Sfornate e lasciate raffreddare su una gratella per dolci. Servite semplice o con una spolverata di zucchero a vel. Questa ciambella resta soffice per vari giorni, semplicemnte conservata sotto la classica campana di vetro.
Buon appetitto!



Buona vita 
e alla prossima ricetta!




58 commenti:

  1. che ciambella invitante! semplice e gustosa!

    RispondiElimina
  2. ma che meraviglia questa ciambella O__O buona serata!

    RispondiElimina
  3. Sono assolutamente daccordo con te. Io prendo spesso il trno ed fa impressione vedere tutti attaccati ai loro smartphone, nessuno che scambi due parole con il vicino. Ed è sempre così, la gente oramai rischia di farsi investire perchè non fa altro che guardare in basso il cellulare.
    Che meraviglia Alice questa ciambella, mi sembra di sentire il profumo di casa e di buono da qua. Ha una texture magnifica. Da quanto è la teglia che hai usato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusami avevo dimenticato di scriverlo, grazie di avermelo fatto notare ora lo aggiungo. La mia è una teglia da 24 cm
      baci

      Elimina
    2. Grazie. Immaginavo fosse grandina.

      Elimina
  4. Questa ciambella mi ha conquistato al primo sguardo !
    Ho letto il tuo pensiero e mi trovo d'accordo con te spesso oggi si sta troppo col naso sul cellulare , io alla età di mio figlio( 20) ero già mamma e quando volevo far vedere come cresceva alle amiche le invitavo a casa o ci vedevamo da qualche parte ora invece "conosci" i figli delle amiche e i loro progressi solo via Wa oFB😔😔
    Comunque ci soni anche i lati positivi della tecnologia come questa ciambella senza internet non l avrei mai "conisciuta"😊😊😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Internet è un grosso aiuto e per molti versi ha migliorato la nostra vita, ma i cellulari ... diciamo che avrei preferito rimanessero semplici telefoni!

      Elimina
  5. io sono totalmente vintage, rimpiango quando non c'era tutta questa tecnologia. Anni fa si viveva meglio, i rapporti umani erano più semplici e veri.Questa è la ciambella che fa per me, stampo la ricetta e la farò, a casa mia sarà un successione, grazie per averla condivisa, un abbraccio !

    RispondiElimina
  6. Cara Esme, una fetta di questa belle e buona ciambella, la prenderei subito!!!
    Ciao e buona settimana cara amica, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa sempre bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
  7. Adorabile questa ciambella,sicuramente buonissima e presentata magnificamente!!! Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  8. Hai ragione Alice, però io penso che ognuno può scegliere quanto e come usarli, siamo noi che li usiamo e non loro che ci usano . . . se poi qualcuno esagera è solo perchè non ha capito qualcosa della vita e anche senza social sarebbe stato lo stesso!!
    Ad ogni modo se non fosse per questo mondo virtuale non potrei godermi questa superba ciambella, ricca e deliziosa!!!
    Un abbraccio Alice, buona serata e buona settimana!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo tutto dipende sempre dalle persone e dal loro libero arbitrio, ma se parliamo di adulti, i ragazzi andrebbero educati invece, ma è tanto più comodo mettere in mano ad un bimbo in passeggino un cellulare per fargli vedere un cartone invece di "perdere tempo" a giocarci o a chiacchierarci.... Vedo cose a volte veramente folli!

      Elimina
  9. Mi ritrovo molto nelle tue parole, perché pur essendomi adattata seppur superficialmente alla vita "social" mi manca molto la mia giovinezza, fatta di incontri in centro, caffè al tavolo di un bar con gli occhi dentro gli occhi nei tuoi interlocutori, senza alcun elemento di disturbo.. Il progresso digitale deve ovviamente andare avanti, sarebbe bello però ogni tanto quel digital detox, per riportarci tutti ad una dimensione umana e vera, non virtuale.
    La tua ciambella è stupenda, soffice e sarebbe bello appunto condividerla dal vivo! Ti abbraccio cara Alice, come se fossi lì!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grande idea, bisognerebbe istituire il digital detox day, almeno una volta a settimana, farebbe bene soprattutto alle nuove generazioni!

      Elimina
  10. Questa ciambella è una vera delizia, alta e soffice, e anche il colore è meraviglioso. Buona serata e a presto

    RispondiElimina
  11. Ti è venuta veramente bene.
    Un abbraccio, alla prossima

    RispondiElimina
  12. Amica.. bello leggere le tue riflessioni, che (purtroppo?) sento anche tanto mie. I social saranno anche un passatempo, ma per me hanno 'minuti contati': il tempo che riesco a passarci, senza sentire una sorta di noia sono pochi. E' un mio limite, me ne dispiaccio. Ma è così: social un corno, la vera vita 'social' non credo sia dietro ad uno schermo. E' che oggi tutto è cambiato, si scambia l'essere sociali con il morboso interesse per ciò che fanno gli altri, dimenticando se stessi; si scambia la bellezza di scrivere un diario segreto con un diario segreto ormai 'profanato'. Condividere qualcosa è bello, quando ci si sente. Bello vedere che puoi essere confortata magari da chi dice di volerti bene, specie se qualcosa fa male tanto da non riuscire a tenerla dentro. Ma oltre a questo non riesco (nè voglio) condividere mai parti troppo personali della mia vita, cosa faccio esattamente tutti i giorni e con chi mi vedo. E' una sorta di rispetto per l'intimità che per me conta.. e anche quella di chi amo. Evviva la vita vera, quella con le dita tese ad indicare una nuvola in cielo, che pare una pecorella.. piuttosto che quella con le dita appiccicate a dei tasti. Terribile vedere come tutti siano quasi automi che pigiano telefonini come se non ci fosse un domani.. scusa la lunghezza, potrei continuare per ore. Ma mi limito a dirti che- visto che gli incubi stanotte non mi fanno prendere sonno- la tua ciambella dolce, soffice e semplice mi ha scaldato il cuore. Ti voglio bene. <3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ti scusare mai per la lunghezza, lo sai che adoro leggerti, mi dispiace per i tuoi incubi cara, spero che il destino abbia in serbo per te giorni migliori <3

      Elimina
  13. Mi trovo d'accordo con te! Giovani e adulti orami vivono solo attraverso cellulari e pc buona parte dei loro rapporti. La tecnologia è una comodità e tale dovrebbe rimanere ma ha preso il sopravvento e difficilmente la lasceremo.
    Golosa la tua ciambella.
    Baci

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ed è proprio quello che mi spaventa...il sopravvento!

      Elimina
  14. condivido ciò che pensi Alice al 100%
    Generazioni che crescono solo sull'apparire e sull'apparenza ma che magari si vergognano ad entrare in un bar per chiedere un caffè (giuro esistono ne ho le prove!)
    menomale che i nostri ragazzi avendo sui 20 anni... un po' forse si sono salvati..ma mica tanto eh?
    io però una fetta me la prendo, tanto virtualmente non ingrasso (forse)
    buona settimana carissima

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' proprio questo il problema ...una vita di apparenza, soprattutto su FB la gente vende queste famiglie alla mulino bianco, queste esistenze perfette....e poi invece la realtà è tutt'altra cosa! Che tristezza, essere così tanto insoddisfatti della propria vita tanto da inventarsene un'altra da mettere in vetrina!

      Elimina
  15. Buona e bellissima!!!!!!!Complimenti e buona settimana!

    RispondiElimina
  16. Hai ragione su tutto tesoro ormai si vive di social nemmeno ci si telefona più tutto passa da whatup ad aggeggi simili e non credo che sia bello tutto questo mentre trovo meravigliosamente golosa la tua torta vera e sincera nel gusto e nella bellezza visiva e immagino anche golosissima!!Baci,Imma

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci crederai ma questa estate ho visto mamme mandare messaggi via WhatsApp al figlio ... distante al massimo 20 metri !

      Elimina
  17. Ho letto il tuo post ed anche i commenti in merito....è vero come dice Silvia che siamo noi che li usiamo, ma (e qui parlo per i nostri figli, anche se il mio fortunatamente avendo solo 8 anni ancora non ne fa uso) se anche ci sono alcuni che ne fanno un uso limitato alla fine è un escluso dalla maggior parte del gruppo, perchè ormai gli inviti alle feste, gli appuntamenti tutto per loro gira sui social, con wathapp e quant'altro che effettivamente ai nostri tempi non c'era. Dovremmo tutti farli usare meno e fargli capire che andare a suonare al campanello del vicino per uscire non uccide nessuno!!! Dovremmo essere noi (ed a volte noi adulti per primi) a dirgli che a tavola il cell non è contemplato nel galateo dell'apparecchiamento (è vero che in certi ristoranti ci sono mille bicchieri e mille posate strane, ma ancora non è previsto il posto per il cell!!!).
    Ma tanto il mondo va avanti e quindi meglio curiosare la tua ricetta (che gustata sul divano con alcune amiche ed un bel te a spettegolare non è sicuramente male!!!)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il ristorante...è talmente triste, un luogo nato per la convivialità, orami sempre più spesso si vedono famiglie intorno allo stesso tavolo ognuno con il naso sul proprio cellulare...

      Elimina
  18. Infatti scambiare la vita virtuale con quella reale è sempre un rischio, soprattutto per chi non ha gli strumenti critici per utilizzare la tecnologia senza esserne utilizzato.
    Io trovo utilissimi i social media sia per rimanere in contatto con i miei amici e ho conosciuto anche persone molto interessanti. Però ad un certo punto bisogna chiudere tutto e uscire, vederli di persona o parlarci al telefono, fare una bella passeggiata tra la gente e riprendere il contatto con la realtà, altrimenti si rischia di chiudersi a casa e alienarsi!

    Bellissima la tua ciambella, la foto fa venire voglia di addentarne subito una fetta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per ben gestire il virtuale a parer mio serve maturità ed equilibrio psichico, i ragazzi purtroppo non hanno queste armi e senza dei genitori attenti rischiano di ritrovarsi anche vittime di cyberbullismo.

      Elimina
  19. Eh Alice mia... son sempre stata dell'opinione che il troppo stroppia! ma vai a farlo capire a queste nuove generazioni.. che nemmeno nascono che l posto del bavaglio gli mettono uno smartphone in mano! Colpa dei genitori? Non lo so.. può darsi.. fatto sta che se non lo usi.. sei un emarginato dal gruppo.. quello "strano".. i ragazzini son tremendi! Mi piacerebbe che ci fosse un limite.. ma ahimè non tutti se lo danno.. e vanno oltre... Questa estate ho ascoltato più e più volte la canzone di J Ax e Fedex e mai più vera (e molto triste) è la frase "Ogni Ricordo È Più Importante Condividerlo Che Viverlo..." e così ci si perdono tantissimi momenti di vita reale... sigh. Vabbè dopo queste riflessioni del lunedì rubo una fetta di questo dolce sofficissimo.. baci e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
  20. Adoro anche io quella frase in cui in effetti è racchiuso il nocciolo del problema.
    Buona settimana :)

    RispondiElimina
  21. Io resto allucinata da tutta questa gente che smania per riprendere un evento e nell'ansia di postarlo non lo vive e se lo perde.... torta super gialla!

    RispondiElimina
  22. Condivido quello che hai scritto parola per parola.
    Questa ciambella deve essere una bontà.

    RispondiElimina
  23. Ciao Alice, concordo con quello che scrivi, arriva il momento in cui è necessario fermarsi e porsi qualche domanda. Io non sono una patita delle nuove tecnlogie, anzi mi ci perdo un po'. Non ho uno smartphone nè facebook.. solo un pc connesso a internet che uso quel poco che basta per il mio blog. Ma vedo che è facile farsi prendere la mano e farsi sopraffare da relazioni virtuali invece che vere. Un peccato. la tua ciambella è sicuramente buonissima e molto soffice, la proverò! Baci e buona settimana.

    RispondiElimina
  24. Io prendo nota di tutti i dolci per figlia che ha il figlio e marito super golosi ed è meglio che non sia presente non devo :(
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  25. la ciambella nella sua semplicità trovo che sia sempre affascinante, sarà anche la forma tonda che sa di accogliente, famigliare! io i social li uso ma a volte chiudo e stacco, mi annoiano, trovo inconcepibile chi al cinema, a teatro, a un concerto, a cena da amici guarda ogni tre min il cell, ma goditela, guarderai dopo,hanno un peso ma vuoi mettere prendere un gelato con un'amica, andare a fare una passeggiata, cenare insieme senza like, faccine, ecc...? baci

    RispondiElimina
  26. Alice non ne parliamo... ricordo ancora la bellezza di beccarsi per strada con un appuntamento generico... ma si parlava face to face. Ma sta ciambella sarà di tempi moderni, di tempi antichi ma è buonissima!!! Un bascione cara!

    RispondiElimina
  27. che buona!! adoro il cioccolato bianco!! prendo nota! grazie!!

    RispondiElimina
  28. Come hai ragione...ed io che ho una adolescente in casa non posso non notare la differenza fra i nostri tempi e il loro presente....
    Mi prendo una fetta della tua ciambella, che è una assoluta certezza!
    Bacio

    RispondiElimina
  29. Ma quanta golosità c'è in questo delizioso ciambellone???? A me le ciambelle garbano proprio tanto, così soffici con questa forma così "rassicurante" :) Buona serata

    RispondiElimina
  30. Mamma mia che spettacolo questa ciambella, così soffice e delicata!

    RispondiElimina
  31. Con la tua ciambella replicherei all'istante la colazione e anche il rientro alla routine sarebbe stato meno faticoso :-) Benritrovata Alice e a presto <3

    RispondiElimina
  32. Alta, soffice e golosissima la tua ciambella, complimenti cara!!!

    RispondiElimina
  33. Che bello e deliziosi!
    Look maravilloso!!

    RispondiElimina
  34. Da una parte mi trovi d'accordo, nel senso che un abbraccio, un bacio, il sentire una persona vicina anche fisicamente non potranno mai essere sostituiti e quindi ci stiamo perdendo qualcosa. Dall'altra parte, in questi (ormai tanti!) anni di vita virtuale, si è riso, si è pianto, ci si è supportati e creato anche qualcosa che poi gli incontri fisici hanno confermato. Però che ci sia sempre il rischio di una deriva, mi trovi d'accordo.
    Anche questo tuo post alla fine è virtuale, ma ti ha permesso di esprimere il tuo pensiero e di raggiungere persone che probabilmente non avresti mai conosciuto. E non starei nemmeno qui a risponderti e a dirti che questa torta ha un'aria sofficissima e saporita e che se non l'avessi vista, mi sarei perso qualcosa :-)

    Fabio

    RispondiElimina
  35. semplicità e gusto uniti insieme, bravissima

    RispondiElimina
  36. la tua citazione la prendo e la salvo ....
    i social ci hanno plasmato...
    per quanto mi riguarda vivo senza fb ,confesso che due anni fa ero u po' persa ed io sono stata sempre una che lo usava per le ricette e basta....
    come mondo virtuale mi sono concessa blog ed e-mail ...
    il resto limitatissimo
    se fosse senza social la generazione andrebbe a morire ( pensa i nostri figli senza cellulare senza mondo esterno , loro non potranno sopravvivere :) noi invece si , altri tempi i bei tempi )
    purtroppo anche a me piacerebbe tornare indietro
    scrivere e ricevere una lettera scirtta a mano
    un rullino a far sviluppare foto
    un panettone messo sotto le coperte a lievitare anche 4 gg
    insomma le vere cose , la vera vita ...
    ma da un 'altra parte a malincuore dobbiamo andare avanti in una società finta e falsa :(
    io nel frattempo mi concedo una fetta di una ciambella vera ...la tua bella e perfetta
    un mega bacione

    RispondiElimina
  37. sono d'accordo con quanto affermi....stiamo perdendo il contatto reale e umano ma, è pur vero, che questi dispositivi tecnologici, in mancanza di tempo, diventano vitali per rimanere in contatto...per non perdersi completamente. Adorabile e bellissimo questo dolce. Baci mia cara!!

    RispondiElimina
  38. Delle volte mi chiedo di cosa parlino adesso tra amici perché quando vedo gruppetti di ragazzi/e sono quasi sempre ognuno immerso nel proprio cellulare e non si scambiano neanche una parola. Forse le digitano!!!! :-)
    Però secondo me davanti a questa ciambella ci sta che la testa dal cellulare la possano alzare anche loro!!!

    RispondiElimina
  39. Deliziosa questa ciambella! Sembra davvero soffice :-)

    RispondiElimina