18 ottobre 2016

Vanilla chiffon cake ... semplice e meravigliosa come te!

“Più dei tramonti, più del volo di un uccello, la cosa meravigliosa in assoluto, è una donna in rinascita. Quando si rimette in piedi dopo la catastrofe, dopo la caduta. Anche quando qualcuno dice, è finita. No, non è mai finita per una donna. Una donna si rialza sempre, anche quando non ci crede, anche se non vuole. Non parlo solo dei dolori immensi, di quelle ferite da mina anti-uomo che ti fa la morte o una malattia.

Parlo di te donna, che ti stai giocando l'esistenza in un lavoro difficile, che ogni mattina è un esame, peggio che a scuola. Te, implacabile arbitro di te stessa, che da come il tuo capo ti guarderà deciderai se sei all'altezza o se ti devi condannare. Così ogni giorno, e questo noviziato non finisce mai. E sei tu che lo fai durare.

Oppure parlo di te, che hai paura anche solo di dormirci, con un uomo; che sei terrorizzata che una storia ti tolga l'aria, che non flirti con nessuno perché hai il terrore che qualcuno s'infiltri nella tua vita e che poi  ti faccia soffrire  come un cane. 

Di te che sei stanca: perchè c'è sempre qualcuno con cui ti devi giustificare, che ti vuole cambiare, o che devi cambiare tu per tenertelo stretto. Così ti stai coltivando la solitudine dentro casa. Eppure te la racconti, te lo dici anche quando parli con le altre: "Io sto bene così. Va bene così, sto meglio così". E il cielo si abbassa di un altro palmo.

Oppure parlo di te, che con quel ragazzo ci sei andata a vivere, ci hai passato Natali e Pasque. In quell'uomo ci hai buttato dentro l'anima ed è passato tanto tempo, e ne hai buttata talmente tanta di anima, che un giorno cominci a cercarti dentro lo specchio perché non sai più chi sei diventata. 

Comunque sia andata donna, ora sei qui e so che c'è stato un momento che hai guardato giù e avevi i piedi nel cemento. Dovunque fossi, ci stavi stretta: nella tua storia, nel tuo lavoro, nella tua solitudine. Ed è stata crisi, e hai pianto.

Dio quanto piangete ragazze! Avete una sorgente d'acqua nello stomaco. 
Hai pianto mentre camminavi in una strada affollata, alla fermata della metro, sul motorino. Così, improvvisamente. E quella notte che hai preso la macchina e hai guidato per ore, perché l'aria buia ti asciugasse le guance? E poi hai  parlato, quanto parlate, ragazze! Lacrime e parole.

Per capire, per tirare fuori una radice lunga sei metri che dia un senso al dolore. "Perché faccio così? Com'è che ripeto sempre lo stesso schema? Sono forse pazza?" Se lo sono chiesto tutte. 
E allora vai giù con la ruspa dentro alla tua storia, a due, a quattro mani, e saltano fuori migliaia di tasselli. Un puzzle inestricabile. 

Ecco, è qui che inizia tutto. Non lo sapevi?
E' da quel grande fegato che ti ci vuole per guardarti così, scomposta in mille coriandoli, che ricomincerai.

Perché una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti. Ti servirà una strategia, dovrai inventarti una nuova forma per la tua nuova te. Perché ti è toccato di conoscerti di nuovo, di presentarti a te stessa. Non puoi più essere quella di prima. Prima della ruspa.

Non ti entusiasma? Ti avvincerà lentamente. Innamorarsi di nuovo di se stessi, o farlo per la prima volta, è come un diesel. Parte piano, bisogna insistere. Ma quando va, va in corsa. E' un'avventura, ricostruire se stesse.  La più grande. Non importa da dove cominci, se dalla casa, dal colore delle tende o dal taglio di capelli.

Vi ho sempre adorato, donne in rinascita, per questo meraviglioso modo di gridare al mondo "sono nuova" con una gonna a fiori o con un fresco ricciolo biondo. Perché tutti devono capire e vedere: "Attenti: il cantiere è aperto, stiamo lavorando anche per voi. Ma soprattutto per noi stesse".

Più delle albe, più del sole, una donna in rinascita è la più grande meraviglia. Per chi la incontra e per se stessa. È la primavera a novembre. Quando meno te l'aspetti..."

(Testo originale di Diego Cugia, alias Jack Folla)



Prendo in prestito parole di altri da dedicare a te sorellina mia, ma anche a tutte quelle donne che, come te, in questo momento sono a terra, perché tutto, intorno a loro è crollato. Eppure faticosamente devono raccogliere i pezzi e cercare disperatamente di riattaccarli, di rialzarsi, di ricominciare …e ci riescono …ci riescono sempre perché “ una donna ricomincia comunque, ha dentro un istinto che la trascinerà sempre avanti…” Perché noi donne siamo la forza, noi siamo le uniche artefici del nostro destino, in noi c’è tutto  il coraggio di cui abbiamo bisogno per affrontare qualunque cosa, perché noi non siamo mai sole… tu per esempio hai me,  per sempre !  




Ingredienti
200 g di farina 00
200 g di zucchero semolato
85 ml di olio evo leggero
120 g di acqua tiepida
4 uova bio
1 bustina di lievito per dolci
1 bacca di vaniglia
un pizzico di sale



Procedimento
In una ciotola unite la farina setacciata con il lievito e  lo zucchero e i semi della bacca di vaniglia e date una mescolata. In un bicchiere fate un emulsione con l’olio, l'acqua ed il sale e poi unite questo liquido agli ingredienti secchi ed amalgamate con una spatola. Dividete gli albumi dai  tuorli, iniziate ad aggiungere all'impasto i tuorli,  uno alla volta,  amalgamando sempre soltanto con la spatola, cercate di far assorbire il precedente prima di aggiungere l'altro. Montate gli albumi  a neve con un pizzico di sale e poi uniteli al composto, in un paio di volte, mescolando con movimenti lenti ed ampi dal basso verso l’alto. Se avete lo stampo da chiffon cake non vi servirà, altrimenti imburrate ed infarinate uno stampo alto da 21 cm di diametro,  ed infornate in modalità statica a 150° per 1 ora (fate sempre la prova stecchino dipende sempre dai forni potrebbe metterci anche 10/15 minuti di più). Sfornate la teglia capovolgendola  e lasciate raffreddare completamente prima di estrarre il dolce dallo stampo. Rimane ottimo per 3 o 4 giorni, semplicemente conservato sotto la classica campana di vetro. 
Buon appetito!



Buona vita 
e alla prossima ricetta!




48 commenti:

  1. Amica mia.. un dolce soffice, un dolce che è la trasposizione edibile di un abbraccio: ha il suo stesso profumo, la sua stessa morbidezza, il suo stesso conforto. Parole stupende e tanto vere.. le donne hanno una forza incredibile, che non conosce il 'non ce la farò'. C'è il 'sono caduta, non ce la faccio'. Ora. Ma inaspettatamente, in qualche modo, niente vince sulla speranza e sulla rivalsa di una di noi... nemmeno contro il destino, nemmeno contro le spine. Auguro alla tua sorellina di trovare presto quella forza.. ma con te accanto sarà facile. Sei tu parte di essa. <3 Un abbraccio, grazie del tuo dolce saluto che ricambio.. per una settimana stupenda. E, dato che dedichi un fettino alle donne a pezzi.. lo prendo anche io volentieri, sperando che il domani sia migliore. TVB

    RispondiElimina
  2. Bellissima la torta , bellissimo il messaggio, tua sorella è ricca perchè ha te. io ho perso mia sorella 28 anni fa; il mio blog ha il nome con cui mia sorella mi chiamava....un modo per averla sempre vicina. Il blog, inoltre è nato per riprendermi da un gravissimo incidente domestico che ha compromesso l'uso del polso destro....(ovvio che c'è di peggio),io mi sono rialzata tante e tante volte, ma siamo nati per essere felici o, almeno per provarci. Un abbraccio!

    RispondiElimina
  3. Un post bellissimo.... di una delicatezza e nel contempo di una forza inaudita. E bellissima anche questa torta dal gusto molto delicato. Un abbraccio

    RispondiElimina
  4. Ti ringrazio mi sono ritrovata in quelle parole anche se non è successo niente mi sono sentita così persa,forse l'età,e adesso mi sono rialzata,un bacione,non so cosa sia succasso a tua sorella ma stalle vicino perché forse è l'unica cosa che serve veramente per riprendersi,ti abbraccio

    RispondiElimina
  5. parole splendide, sicuramente parolare con te le ha fatto bene----fa bene a me, al di qua dello schermo, con un messaggio...tu sei una persona meravigliosa e sicuramente hai saputo ascoltare, e credo dare anche qualche consiglio. Se poi tutto si è concluso davanti a una tazza di te e a una fetta di questa meraviglia, beh, allora spero proprio che la notte abbia portato consiglio. Noi donne rifioriamo sempre. Ps: anche op sforno chiffon cake come se non ci fosse un domani ma vorrei tanto lo stampo da 20, ho quello più grande ma è troppo. Un bacio e buona settimana

    RispondiElimina
  6. Hanno sempre detto che il sesso forte siamo noi ed è vero anche se molte ancora non lo sanno soggiornare da vecchi credi. Io ne do qualcosa perché da 43 ad oggi mi sono dovuta rialzare tante volte ed una sorella meravigliosa avrei voluto averla. Bello il testo che hai scelto, auguri alla sorellina e bravissima con la chiffon preso nota. Un abbraccio e buon inizio settimana. Smackk

    RispondiElimina
  7. Eh eh eh la forza delle donne non ha limiti!!!!!! Che bontà la tua chiffon cake.. io devo decidermi a comprare lo stampo!!!!! baci e buon inizio settimana :-*

    RispondiElimina
  8. Cara Alice, vedendo dalla foto, si può immaginare la bontà di questa torta, un pezzo mi farebbe bene alla prima colazione. Ciao e buona settimana, con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
  9. Mi dispiace per tua sorella. Comunque sono daccordo, noi donne abbiamo una forza infinita, in tutte le occasioni alla fine siamo sempre noi che raccogliamo i cocci, nostri o dei nostri cari, e ci mettiamo a lottare. Tua sorella comunque è fortunata ad avere una sorella come te, che sarà sempre disponibile per lei, a lottare insieme a lei e magari a coccolarla con una torta deliziosa come questa.
    Soffice e leggera come una carezza

    RispondiElimina
  10. Anche io prenderei volentieri una fetta di questo dolce, grazie! 🤗

    RispondiElimina
  11. Che bello questo brano, non lo conoscevo: a volte mi chiedo dove certe donne prendano "ancora" la forza per andare avanti...mi spiace per tua sorella...
    La torta è splendida!

    RispondiElimina
  12. Le tue parole (e quelle della citazione) sono dolci come la tua chiffon cake, dolce che io adoro!!! Ogni donna ha un punto buio, profondo, dal quale ha paura di non riuscire a sollevarsi, ma come hai detto tu, noi siamo la forza e anche la tua sorellina avrà la forza di rinascere come una fenice. in bocca al lupo, vi abbraccio entrambe!

    RispondiElimina
  13. torta super e parole speciali in cui ritrovarsi, baci

    RispondiElimina
  14. SEI RIUSCITA A COMMUOVERMI, QUANTO AMORE IN QUESTE PAROLE!!HAI RAGIONE NOI DONNE SIAMO FORTI E RIUSCIAMO SEMPRE A TIRARCI SU A TESTA ALTA!!!!SPERO TUA SORELLA ABBIA GRADITO L'INFINITA DOLCEZZA DI QUESTA TORTA, ME LA MANGEREI TUTTA, BRAVA!!!BACI SABRY

    RispondiElimina
  15. che bel post <3, e la torta è davvero meravigliosa!! un abbraccio e buona settimana!

    RispondiElimina
  16. Belle le parole, come bello e buono questo chiffon cake.

    RispondiElimina
  17. Abbraccio la tua famiglia con tanto affetto <3

    RispondiElimina
  18. che dolce sei Alice, bellissima la dedica alla tua sorellina e deliziosa questa torta sofficissima e delicata. sono sicura che l'avrai resa felice e fatta commuovere. un abbraccio, buona settimana

    RispondiElimina
  19. In bocca al lupo a tua sorella, certo che si rialzerà, lo facciamo sempre, e lo facciamo bene, accadrà anche a lei, e tu vicino le saprai reggere la mano e la accompagnerai.
    Le sorelle ci sono sempre l' una per l' altra, sempre!
    E questo dolce è una coccola stupenda!!
    Un abbraccio Alice, a te e a tua sorella!

    RispondiElimina
  20. Ciao Alice, la forza delle donne non finirà mai di stupire! <3
    La bontà della chiffon cake riesce a conquistare sempre, soffice e profumata è ottima alla vaniglia.
    Complimenti, un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  21. post delicato, intimo e molto coinvolgente, la forza delle donne è impareggiabile, un abbraccio a te e tua sorella e rubo una fettina di quella bontà !

    RispondiElimina
  22. Un pensiero bellissimo... è vero, noi donne ci rialziamo sempre, sempre. Troviamo in angoli nascosti del nostro cuore residui di forze che non sapevamo di avere... e soprattutto quando godiamo della presenza di una sorella, speciale come te, diventiamo invincibili. Io non ce l'ho ma quella bellezza e quel legame riesco a vederli ovunque, soprattutto in parole come le tue.
    E complimenti Alice anche per questa nuvola di bontà :*

    RispondiElimina
  23. Dopo la tempesta spunta sempre il sole...l'ho sperimentato recentemente sulla mia pelle per una serie di problemi famigliari. Ma mai arrendersi...con la nostra forza superiamo tutto, noi donne siamo forti, uniche e speciali.
    Come la tua torta, speciale, ecco....
    Un abbraccio da estendere anche alla tua sorellina

    RispondiElimina
  24. hai proprio ragione Alice e tua sorella è davvero fortunata ad averti accanto, stalle vicino non sai quanto è importante in q uesti momenti, anche se una persona non sembra ti ascolti quando è nei vortici dei problemi e dei pensieri assorbe tutto.
    Almeno a me succede così. E ho bisogno di qualcuno che mi parli mi parli mi parli
    forza eh!
    ps. questa chiffon mi piace un sacco. Ora che ho lo stampo (indovina chi me l ha regalato?) devo provare !!!!!!!!!!
    baci e buona giornata

    RispondiElimina
  25. Le sfide della vita... forza!!!!
    Dolcissimo il tuo pensiero proprio come lo splendido dolce che hai preparato!
    Un abbraccio!!

    RispondiElimina
  26. Bellissime parole tesoro, cosi ricche di verità perchè noi donne abbiamo una forza dentro che nessuno può toglierci e la torta??Uno spettacolo, un soffice momento goloso di piacere!!Un bacione grande,Imma

    RispondiElimina
  27. Ciao cara Alice, il tuo post è così bello e commovente che anche il tuo bellissimo dolce passa in secondo piano. Un abbraccio grande grande.

    RispondiElimina
  28. Con gli anni che passano sono sempre più convinta che noi donne siamo delle rocce, capaci di sopportare qualsiasi sofferenza e dolore. Complimenti per la chiffon-cake è meravigliosa. Un abbraccio

    RispondiElimina
  29. Cara Alice, vengo da un periodo buio anche io, un altro aggiungerei, e capisco lo sconforto e la voglia di rinascere, ma per quanto io mi senta guerriera e forte, a volte mi sento debole e affaticato, da tutti gli ostacoli che la vita mi pone dinanzi. Con queste parole prese in prestito equestre chiffon ti ringrazio, mi sono sentita un po' coccolata anche io, perché qualche volta, in questa valle di smarrimento,un abbraccio caloroso può fare la differenza.
    Un bacione, Vale

    RispondiElimina
  30. che belle parole davvero commoventi
    è bellissima anche la tua torta e sicuramente deliziosa!

    RispondiElimina
  31. Le prove della vita sono spesso dure e difficili, ma il più delle volte tirano fuori il meglio di noi e le donne lo sanno bene.....se poi non sono sole ma hanno vicino chi le aiuta e vuole bene si affrontano meglio e poi il tempo fa il resto!!!
    Meravigliosa la tua torta, morbida e dolce proprio quello che ci vuole in questo momento!!!
    Baci

    RispondiElimina
  32. E' stato commovente leggerti con la consapevolezza che noi donne abbiamo una grande forza che sprizza da tutti i pori quando necessita e confidiamo in essa.
    Il tuo chiffon cake è meraviglioso...poi aromatizzato alla vaniglia che adoro.
    Bacio

    RispondiElimina
  33. Alice, finalmente riesco a scriverti un pensiero. Questo post è bellissimo, come solo le cose del cuore sanno essere. Auguro alla tua sorellina e a tutte le donne serenità. Non c'è altro da dire perché le parole del testo sono eloquenti ed emozionanti. La tua chiffon cake è delicata e stupenda carissima!
    Bacio grande,
    Mary

    RispondiElimina
  34. hai trovato un gran bel testo, capitano i momenti cosi nella vita sia alle donne che agli uomini importante è riprendersi è ricominciare sempre e comunque non è facile ma tutto alla fine torna, auguri alla sorella e per me accetto volentieri questo magnifico dolce che hai realizzato

    RispondiElimina
  35. meraviglioso e vero....ma siamo donne e ci rialziamo...sempre!!! magnifico dolce che amo particolarmente. Baci mia cara!!

    RispondiElimina
  36. Un post meraviglioso, proprio come questa delizia che hai sfornato! Complimenti e un abbraccio!

    RispondiElimina
  37. Deliziosa questa chiffon cake, semplice e straordinaria come l'amore tra sorelle.

    RispondiElimina
  38. bellissime queste righe dedicate a tua sorella, fantastica come sempre la chiffon cake! Baci

    RispondiElimina
  39. Ho letto rapita e mi sono ritrovata a tanti tanti anni fa ... ma è verissimo, noi donne ci rialziamo sempre, siamo la forza del mondo!! Lo dico sempre anche io. Per la verità ultimamente me lo ripete anche mio marito, che non sta passando un gran bel momento e mi dice sempre che senza di me, non sa nemmeno come farebbe a respirare. Anche quello a volte, può essere un problema ... nel senso che ogni tanto anche io vorrei appoggiarmi a qualcuno e non essere sempre il pilastro, dove tutti si appoggiano. Ma questo è un altro discorso. Sono contenta che tua sorella abbia te ... una dedica d'amore in piena regola. Buonissima e bellissima anche la tua torta. Brava Alice. Un abbraccio grande

    RispondiElimina
  40. Davvero uno spettacolo questo dolce, lo adoro, complimenti!!!!

    RispondiElimina
  41. Belle parole ed ottimo dolce......sei brava!

    RispondiElimina
  42. Inevitabilmente si tende a personalizzare. Avendo una sorella cui sono molto legata, grazie dell'articolo e buona vita a voi e a noi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non so per quale motivo ma non riesco mai a commentare sul tuo blog, ti ringrazio qui per le tue visite e per le tue parole

      Elimina
  43. Grazie a tutti voi, per la presenza e l'affetto che mi lasciate passando tra queste mie pagine <3

    RispondiElimina