25 ottobre 2016

Passato di verdure con minestra e croste di Parmigiano


Che fine ha fatto la semplicità?
Sembriamo tutti messi su un palcoscenico
e ci sentiamo tutti in dovere di dare spettacolo.

(Charles Bukowski)



“ Non capisco, hai un bel blog ... da cinque anni! Tanta gente che ti segue, inviti ad eventi,  offerte di collaborazioni da varie aziende  ... e tu ? Niente ... statica ... non vai (tranne un’unica volta, ma era l’evento di un amico e non conta), non accetti collaborazioni … perché? Non capisco!" 
Perché amica mia ? Perché ho una vita di corsa, piena di impegni professionali e familiari, perché questo posticino è mio e voglio che resti quello per cui è nato…il mio spazio libero. Dove scrivere quando ne ho voglia, condividere una ricetta, pubblicare le mio foto. Non ho aperto questo blog per insegnare qualcosa a qualcuno, non mi sento maestra nell’arte culinaria, non studio per proporre cucine alternative, non voglio far carriera nel mondo del food. Non ho certo l’età per cambiare lavoro e comunque non lo cambierei. Cucinare per me è relax, è un hobby, una passione … semplicemente! La mia, è cucina di casa, genuina come si sarebbe detto una volta. Pubblico quello che cucino, non cucino per pubblicare. Provo,  cucino, assaggio e quando tutta la famiglia esprime il proprio  giudizio positivo, allora condivido con voi.  Ma soprattutto scrivo, fermando attimi di vita, che a volte mi piace rileggere, e fotografo. Ed è la cosa che mi piace di più di questo blog! E vi prego di non offendervi per quello che sto per dire, ma se anche non avessi più, voi, miei fedeli lettori, io comunque seguiterei a pubblicare, con la stessa passione e per la stessa motivazione fondamentale … lasciare il mio diario culinario a mia figlia. Come io conservo con amore il quadernino di ricette ingiallito di mia nonna, il ricettario dattiloscritto di mia suocera e tra un tempo lontanissimo, spero, conserverò con amore l’agenda di  ricette della mia mamma, in questi tempi moderni io lascio alla rete le mie ricette per lei. Per cui niente mega voli pindarici, nessun ingrediente altisonante o extra originale, nessun palcoscenico da ricercare, nessun desiderio di apparire ciò che non sono, solo semplici ricette di famiglia, che possano con amore essere tramandate. E cosa c’è di più semplice e di famiglia della ricetta di oggi ? Il confort food invernale per antonomasia, almeno in questa casa!  





Ingredienti  
per 3 persone

200 gr di finocchio
50 gr sedano
200 gr di zucchine
100 gr di carote
200 gr di zucca 
50 gr di bieta
100 gr di lattuga 
1 crosta di parmigiano reggiano
L 1.150 di acqua fredda
2 cucchiaini di preparato granulare vegetale
150 gr di pasta all’uovo
parmigiano grattugiato q.b.
olio evo q.b.


NB ( tutti i pesi sono considerati a verdure pulite, scarti esclusi)



Procedimento
Prima di tutto pulite accuratamente la crosta di parmigiano, grattando via lo strato superficiale stampato, aiutandovi con una grattugia o con un coltello seghettato. Lavate e pulite tutte le verdure: raschiate le carote,  spuntate le zucchine, decorticate la zucca, mondate il sedano, pulite la bieta, lavate la lattuga e i finocchi.  Tagliate a tocchetti le carote, le zucchine, la zucca, i finocchi ed il gambo del sedano. Mettete tutte le verdure insieme a crudo in una grossa pentola e coprite con la quantità di acqua fredda indicata. Chiudete con un coperchio e portate ad ebollizione. Poco prima che inizi a bollire unite il preparato granulare vegetale. Lasciate cuocere a fuoco medio per circa 20/30 minuti dal bollore. Una volta cotto frullate, per pochi minuti, con il frullatore ad immersione. Rimettete il passato di verdure sul fuoco, aggiungete la crosta di parmigiano tagliata in pezzi e riportate a bollore, a questo punto unite la pasta corta, del tipo da minestra che preferite, e portatela a cottura. Cucinate a fuoco moderato, mescolando per evitare che la pastina si attacchi sul fondo. Quando la pasta sarà giunta a cottura, spegnete la fiamma, unite il parmigiano grattugiato mescolate bene e poi impiattate. Versate un filo di olio extra vergine di oliva a crudo su ogni piatto  e servite caldo.
Buon appetito!






Buona vita
e alla prossima ricetta!







31 commenti:

  1. Ciao Alice! torno dopo una piccola assenza! mi sento proprio di condividere il tuo pensiero! ho aperto anche io il blog tanti anni fa per la semplice voglia di raccontare, di provare a fare ricette, che la maggior parte delle volte sono di una facilità pazzesca, non conosco tanti trucchi, mi manca il tempo di pubblicare tutti i giorni, eppure è il mio piccolo spazio in cui mi sento bene, e quando leggo i commenti vostri mi conforta! ciò non toglie che ognuno è libero certamente di gestire il suo spazio come crede, ma ti capisco, tutto qui! e a proposito di semplicità, adoro tantissimo questo passato, pensa che io il minestrone lo mangio sempre così!! buon inizio di settimana...

    RispondiElimina
  2. A proposito di cose semplici io stasera ho preparato il classico minestrone genovese, con gli spaghetti spezzettati che almeno non ci torna fame alle 22!! Si, condivido in pieno quello che hai scritto, forse non tutti lo comprendono ma pace!!
    Un bacione Alice!! Buona settimana!!

    RispondiElimina
  3. Che bel piatto...già la vista scalda il cuore..le croste di parmigiano poi sanno tanto di casa e famiglia!! complimenti per la tua cucina e per la bella persona che sei!

    RispondiElimina
  4. come mi piace quello che hai scritto, anche io scrivo il mio diario culinario per Anais e Gioele. E mi piace accompagnare ogni ricetta da un pezzetto di storia della loro e della nostra vita...tutto quello che pubblico l'abbiamo mangiato e a volte preparato insieme, e la prima volta che ho cliccato su "Pubblica" avevo Gioele in braccio e lo stavo allattando, aveva un mese. Il mio blog ha la sua età....e mi piace pensare che lo scriverò ancora per molto, moltissimo tempo. Questa minestra sa di casa, di coccole, di cene in famiglia, in serate autunnali, quando fuori sta per affacciarsi l'Inverno...

    RispondiElimina
  5. Buona buona questa minestra ! Da provare in alternativa al classico minestrone di verdure in cui IP spesso metto la crosta perché piace a mio marito , così faceva la mia nonna e piaceva tanto al nonno
    Sai mi piace l idea di tramandare a tua figlia le tue ricette le custodirà con amore come tu custofisci i ricettari che hai ereditato
    Buona settimana

    RispondiElimina
  6. leggere solo il titolo mi ha portato indietro nel tempo a quando ero piccola e mia mamma preparava il minestrone per faro mangiare anche a me aggiungeva le croste di parmigiano a pezzetti e pezzettini di cotto o crudo che goduria, la tua minestra è un vero comfort food,ed è quello che ci vuole in queste serate freddine,un bacione alla prossima

    RispondiElimina
  7. condivido il tuo pensiero cara Alice, anche per me il blog è così, un posto tutto mio dove pubblico quando ne ho voglia....Finalmente è tempo di minestre e zuppe e questa tua ha ingredienti che desidero provare...la zucca è un mio recente amore , chissà che buon sapore aggiunge ! Buona settimana, un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Motivo per cui adoro il tuo blog. L'indipendenza è affascinante e carismatica così come non perdere mai di vista la dichiarazione d'intenti. No, non mi offendo per quello che scrivi, anzi, ti apprezzo ancora di più. E'il nostro canto libero il blog, almeno questo, lasciatecelo. Io scrivo tutto il giorno, e passo da un articolo sulle nuove tecnologie a ad articoli per teenager. Il blog deve essere il luogo dove respiro e dove un domani le mie figlie potranno ritrovare frammenti di me, come io ne avrei voluti trovare di mia madre. A me piaci un sacco.
    Baci
    Monica

    RispondiElimina
  9. Sposo in pieno il tuo punto di vista, sai? Mi trovo vicina al tuo modo di vivere il blog e più passa il tempo e più me ne convinco... le luci della ribalta non mi hanno mai attratta, forse perchè non ho bisogno di mettermi in primo piano e preferisco osservare tutto "da dietro le quinte", con un passo indietro, in modo discreto e riservato... ciò che ci anima a stare qui è una passione pura, oltre al piacere dello scambio con chi viene a trovarci, che resta la cosa più bella, per me... mi interessa questo, di consenso... nessun palcoscenico, nessun fenomeno da social, nessuna visibilità urlata... solo tante vellutate, tanto parmigiano e tante parole che condiscono tutto... :-)

    RispondiElimina
  10. Buongiorno cara e buona giornata. Sembra quasi che vi fossimo scambiate i pensieri e non solo. Non ho richieste nutrite di collaborazioni ma le ricevo anche articolia di argomenti proposti oltre che mettere pubblicità. NO non accetto per il tuo stesso motivo perché ora che posso almeno in parte gestire lail vita senza impegni e obblighi esterni bollo dedicarmi alla mia famiglia anche se il più e rappresentato da me e marito perché li altri hanno la loro di cui comunque facciamo parte. Finalmente ad oggi 72 posso mandare a quel paese quello che non.mi comoda. Sei grande cara amica e ripeto, sembra che ci siamo sentiti prima. Mio marito dice ...ma hai una sorella di cui no so nulla.. 😆😆😆
    Ottima la tua ricetta le croste oggi sono favolose ma negli anni miei son del 43 erano ammirate e quindi se le metteva nell'acqua calda e poi si grattatava e solo dopo per cuocere ed avere in po di sapore. Scusa il lungo commento. Prendo nota dell'insieme di verdure. .le cose semplici sono le più buone fatte con il cuore. Un abbraccio bacio e buon inizio settimana (da me diluvia).
    Edvige

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusa ho scritto dal cell ora sono sul fisso e vedo due errori anche se avrai compreso lo stesso.....sono der 43 erano affumite non ammirate...
      ..obblighi esterni.. e voglio non bollo
      Scusami tanto :(

      Elimina
    2. Non devi scusarti, anche io faccio tremila errori quando uso la minuscola tastiera del cellulare !!!
      Buona settimana cara

      Elimina
  11. Mi piacciono questi piatti semplici che sanno di casa, mi ricordano mia nonna. Anche lei preparava il passato di verdure con croste di parmigiano. Approvo le tue idee, ognuna è libera di gestire il suo blog come meglio crede. Buona settimana

    RispondiElimina
  12. Ognuno fa le sue scelte e tu hai fatto quella che reputavi più in linea con il tuo modo di vivere il blog. Ti ammiro per essere riuscita a rimanere ligia ai tuoi propositi e questo piatto in tutta la sua semplicità ne è lo specchio :-)
    Buon inizio settimana e a presto <3

    RispondiElimina
  13. Io accetto solo collaborazioni perché soprattutto in questo momento che non lavoro..mi fanno tanto comodo.. ma come te.. mai andata a nessun tipo di evento.. e credo di non farlomai! Considero il mio blog sempre un hobby da prendere se voglio.. e finché ho entusiasmo..Non ci offendiamo assolutamente. E' vero.. se non ci fossimo più noi.. tu faresti bene a proseguire il tuo cammino di diario virtuale.. se è lo scopo per il quale è nato e in cui credi!!! Buonissimo invece il tuo passato di verdure.. io amo questo genere di comfort food questo periodo.. buon inizio settimana :-*

    RispondiElimina
  14. Le stesse cose che chiedono a me! Ti capisco bene e condivido la scelta. (Ce ne sarebbe da dire...) il minestrone con le verdure fresche che bontà! Io credo ci sia molta gente che non l'abbia mai fatto e mangiato con l'avvento della busta di minestra surgelata .. non sanno cosa si perdono. Brava! Ben fatto!

    RispondiElimina
  15. Questi sono i piatti che amo di più mia cara quelli che ti riscaldano il cuore e che ti coccolano e ovviamente approvo in pieno tesoro il tuo pensiero e pur collaborando con varie aziende l'indipendenza è sacra anche in un blog!Baci,Imma

    RispondiElimina
  16. Infatti il tuo blog è bello per questo, semplice, fatto di pensieri e aria di casa... niente che direzioni l'attenzione verso altro. Ti capisco! Buonissima la minestra <3
    Un bascione e buona settimana

    RispondiElimina
  17. Mi ritrovo molto in quello che hai scritto.
    Come adoro molto minestre, passati di verdure, zuppe ed affini. Anche io ci metto sempre la croste del parmigiano nel passato di verdure.

    RispondiElimina
  18. Cara Esme, un piatto di minestra oppure uno di passati di verdure, le prendo sempre volentieri, e ne sono sicuro che il mio intestino la fa molto bene.
    Ciao e buon pomeriggio con un abbraccio e un sorriso:) sorridere fa bene!
    Tomaso

    RispondiElimina
  19. Infatti è questi piatti che si devono preparare più spesso, sono facili da fare, gustosi e molto salutari !

    RispondiElimina
  20. Questo piatto è un vero e proprio "comfort food" Scalda e nutre il cuore e l'anima prima ancora di scaldare e nutrire il corpo. Un bacio e... rimani sempre così!

    RispondiElimina
  21. Cara alice giustamente fai quello che più ti piace e ritieni giusto perchè dovresti cambiare nonostante tante richieste? il blog è una passione poi può prendere altre strade ma solo se lo si desidera davvero, se no rimane il piccolo angolino che tante di noi si costruiscono e coltivano! oggi ci vorrebbe questa minestra con il tempo da lupi che c'è, baci

    RispondiElimina
  22. Ciao Alice, sai che condivido il tuo pensiero in ogni minimo particolare? Questo deve essere un posto per rilassarsi e divertirsi, per fare qualcosa che piace, un vero hobby insomma. Quando diventa un lavoro pieno di impegni pressanti... finisce il divertimento! Delizioso il tuo minestrone, anche io riciclo spesso le croste di parmigiano e devo dire che regalano un gusto unico. Baci!

    RispondiElimina
  23. Che delizioso cara !
    Love simple and delicious recipes !

    RispondiElimina
  24. Alice, il tuo post mi fa riflettere...Io ho il blog da quasi tre anni e da un punto di vista umano, mi da molte soddisfazioni. Ho avuto modo, attraverso il mio piccolo spazio, di conoscere tante belle persone, come te. Fino ad ora, non ho avuto molte richieste di collaborazioni e quelle poche che mi sono arrivate erano comunque senza compenso. Talvolta mi perdo, mi sento come se avessi smarrito la strada...Poi, qualche amica o amica di un'amica, mi dice d'aver provato una mia ricetta e mi fa i complimenti e mi ringrazia per averla postata. Allora ricordo il motivo per cui ho deciso di avere un blog e capisco che tutto questo ha un senso, nella misura in cui la condivisione è ancora un piacere e nella misura in cui rimane uno spazio unico e nostro. Grazie Alice per lo spunto su cui riflettere e per la ricetta confortante e deliziosa!
    Ti abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  25. La pensiamo come te! il blog è il nostro spazio personale, dove condividiamo le nostre passioni. Partecipiamo a qualche evento e abbiamo fatto qualche collaborazione (ma solo dove i prodottici hanno convinti), ma continuiamo ad andare alle manifestazioni di cibo a spese nostre, scriviamo quello che vogliamo e spesso e volentieri parliamo di prodotti anche perché ci piacciono e li usiamo abitualmente. E soprattutto ci siamo mantenuti sempre liberi da banner pubblicitari. Vogliamo scrivere quello che vogliamo e liberamente, senza dover dare conto a nessuno.
    La ricetta davvero è il confort food per eccellenza, quella che mette tutti d'accordo in famiglia.

    Fabio

    RispondiElimina
  26. Mi piace quello che hai scritto e poi adoro il tuo semplice e saporito passato di verdure ( sai che il finocchio non l'ho mai messo nel minestrone? )
    Devo provvedere.....un bacio
    .

    RispondiElimina
  27. Ricordo che lo faceva mia nonna è un sapore indimenticabile utilizzo delle croste del parmigiano

    RispondiElimina
  28. Deliciosa minestra voluntariamente me sirvo dos platos una verdadera exquisitez,abrazos.

    RispondiElimina