3 gennaio 2017

Gli struffoli ... con nocciole e cioccolato fondente


Siate sempre in guerra con i vostri vizi
in pace con i vostri vicini
 e fate sì che ogni nuovo anno
 vi scopra persone migliori.

(Benjamin Franklin)


Gli struffoli non fanno parte dei ricordi della mia infanzia, ma sono entrati prepotentemente tra i miei dolci preferiti grazie alla mamma di mio marito, napoletana doc. Però se scavo nella memoria i primi struffoli in assoluto che ho assaggiato non sono stati quelli preparati da mia suocera, ma bensì dalle mani della nonna del mio allora fidanzato, una donna dal classico aspetto da nonnina delle favole, ma con un carattere da generale dei carabinieri! I suoi struffoli erano speciali, come era speciale lei, una donna che ha attraversato la guerra, una mamma di 5 figli, un insegnante, una vera donna d’altri tempi. Ogni volta che li mangio il mio pensiero va a lei che ha lasciato nei nostri cuori un gran vuoto… Questi li ho preparati per il pranzo dell’Epifania, per chiudere dolcemente ed in bellezza il tour de force dolciario di questi giorni! Ecco qui i miei golosissimi struffoli con nocciole e cioccolato fondente. La ricetta originale, come tutte quelle di una volta, era ovviamente per un reggimento e tutto un q.b,, io ho cercato di tradurre in grammi però fate attenzione alla farina potrebbe volercene di meno, dipende molto dalla grandezza delle uova e dall'assorbimento della farina stessa.  







Ingredienti  
500 gr. di farina 00 
5 uova bio
50 gr di zucchero semolato
50 ml di olio evo
1 cucchiaio di limoncello 
la buccia grattugiata di 1 limone  
sale q.b. 
olio di semi per friggere q.b.
200 gr. di miele di acacia  
confettini argentati q.b.
nocciole tostate q.b.
cioccolato fondente q.b. 



Procedimento
Disponete la farina a fontana sul tavolo da lavoro, al centro inserite le uova, l’olio, lo zucchero, un pizzico di sale, il limoncello e la buccia di limone grattugiata. Iniziate a lavorare l’impasto, assorbendo man mano tutta la farina. Lavorate fin quando non si attaccherà più alle mani e risulterà morbido e compatto, quasi la consistenza degli gnocchi. Coprire l’impasto con un panno di cotone e lasciatelo riposare per circa un’ora. Dividete l’impasto in piccole porzioni e, sulla tavola leggermente infarinata, con il palmo delle mani allungate la pasta fino a formare dei cordoncini cilindrici che taglierete in piccoli pezzi di circa un centimetro ciascuno. Friggete gli struffoli in abbondante olio ben caldo, per circa 3 o 4 minuti, scolateli e poggiateli ad asciugare su carta assorbente da cucina. Finita la fase di frittura mettete il miele a scaldare in una pentola di acciaio che possa contenere poi tutti gli struffoli. Quando il miele sarà caldo e fluido spegnete il gas e inserite nella pentola gli struffoli, amalgamate bene e aggiungete un pò di cioccolata fondente tagliata a coltello, qualche nocciolina tostata e tritata molto grossolanamente, qualche zuccherino argentato e mescolate ancora delicatamente. Trasferite i vostri struffoli su un piatto di portata o in ciotoline monoporzione. Conservateli coperti da pellicola per alimenti a temperatura ambiente fino al momento di gustarli. Rimangono perfetti per parecchi giorni. 
Buon appetito! 



Buona vita 
e alla prossima ricetta!



32 commenti:

  1. Buongiorno e buon anno! Gli struffoli li adoro! Anche per me sono legati a tanti ricordi della mia infanzia. A Natale non mancano mai!
    Golosa la tua versione al cioccolato e limoncello.
    Ti abbraccio.

    RispondiElimina
  2. Ciao cara,vedo che abbiamo iniziato con ricetta simile ..che buoni che sono!!
    Buon anno a te ricco di tutto!!

    RispondiElimina
  3. Tesoro questi li conosco e a Napoli non ci sono feste senza struffoli e i tuoi cara sono uno spettacolo!!!Buon anno ancora amica mia e spero che sia un anno speciale ricco di salute e serenità per tutti noi!!TVBBB,Imma

    RispondiElimina
  4. Ma quanto sono golosi in questa versione?? Squisiti!! Un abbraccio Alice e ancora auguri!

    RispondiElimina
  5. Amo gli struffoli e la tua variante mi fa impazzire :-P
    Buona settimana Alice e a presto <3

    RispondiElimina
  6. Buon anno! Questi struffoli hanno un aspetto davvero invitante!

    RispondiElimina
  7. A Roma non si usano molto, ma la tua ricetta è molto golosa, da provare. Felice 2017

    RispondiElimina
  8. Io non li ho mai fatti.. e mangiati solo una volta.. Li ricordo buonissimi!!!! Chissà quindi i tuoi.. Baci e ancora buon anno! :-D

    RispondiElimina
  9. Cara Alice, i struffoli sono molto buoni!!!, Ora il nuovo anno è iniziato con il mese di gennaio, speriamo che già ora si possa notare che qualcosa cambi!!!
    Tomaso

    RispondiElimina
  10. ti sono venuti benissimo, complimenti Alice ! Ti auguro uno scintillante 2017, un abbraccio !

    RispondiElimina
  11. Bellissima questa variante...il più bel modo per iniziare il 2017!

    RispondiElimina
  12. Che buoni, ma sai che non li ho mai fatti? Ancora tanti auguri di Buon Anno, baci!

    RispondiElimina
  13. Ancora più golosi preparati così!!!

    RispondiElimina
  14. ma ci credi che non mi pare di averli mai mangiati? li ho sentiti nominare mille volte ma non ricordo l'assagio, nocciole e cioccolato molto meglio dei classici, baci alice

    RispondiElimina
  15. La tua versione deve essere davvero buonissima...brava! Tanti auguri di Buon Anno !!!!

    RispondiElimina
  16. Grazie per la ricetta e complimenti per il tuo blog, mi piace molto! Buon 2017!! :)

    Ti/Vi aspetto sul mio blog da cucina: http://blog.giallozafferano.it/dolcisalatidielisabetta/

    RispondiElimina
  17. La tua versione mi sembra molto più golosa di quella classica!!
    Ne approfitto per invitarti a partecipare se ti va al mio contest:
    https://gwendyricettecollaudate.blogspot.it/2017/01/meat-free-contest.html

    RispondiElimina
  18. sai che li ho mangiati per la prima volta questo Natale a casa di una mia amica??Mi sono piaciuti tantissimo, grazie per la ricetta!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  19. buonissimi!! devo provare questa tua versione golosissima!

    RispondiElimina
  20. Io e Anais ne siamo golosissime, ma dal momento che non fanno parte della nostra tradizione...noi ce ne siamo fatte una nostra, e li facciamo a Carnevale!!!! Golosissima davvero la tua versione, un abbraccione!

    RispondiElimina
  21. sono irresistibilmente uno tira l'altro :) un abbraccio tesoro e ancora tantissimi auguri di buon anno

    RispondiElimina
  22. Io invece li conosco benissimo, ma mangio sempre quelli che fa la mia mamma... i tuoi sono bellissimi!
    Complimenti Alice e tantissimi cari auguri di Buon Anno :)

    RispondiElimina
  23. Ho assaggiato gli struffoli (nella loro versione classica) qualche anno fa preparati da una collega. E li ho trovati assolutamente deliziosi. Peccato però che poi non sia più capitato di poterli gustare...
    Buon 2017!!

    RispondiElimina
  24. Ciao Alice che buoni! Io li ho mangiati fatti da una collega napoletana e li trovo irresistibili, questa tua versione con il cioccolato... ancora di più!! Auguri carissima Alice. CIAO!!

    RispondiElimina
  25. Una versione golosissima dei struffoli, brava

    RispondiElimina
  26. Anche io ho cominciato a conoscerli tardi e poi me ne sono innamorata! Anche se la mia mamma secondo me non li fa proprio giusti non glielo dico! I tuoi sono bellissimi! Buon anno nuovo

    RispondiElimina
  27. Cara mi inviti....guai se li faccio proibito il dclce.
    Buon proseguimento bacio.

    RispondiElimina
  28. wow che buoni questi struffoli!!!! Bravissima, una variante eccezionale :)
    Un bacio e tantissimi auguri di Buon Anno!

    RispondiElimina
  29. Buongiorno cara e innanzitutto buon 2017, pieno solo di cose belle!
    Adoro gli struffoli, anche se di persona, essendo del nord è legata ovviamente al quelle che sono le nostre tradizioni, non li ho mai realizzati...
    Questi tuoi devono essere irresistibili, complimenti davvero!!!
    Un abbraccio e a presto

    RispondiElimina
  30. Auguroniiii! Finalmente sono riuscita a mettere un poco di ordine nel mio blog roll ed a inserire anche il tuo blog fra quelli che seguo, alleluya!!!!!

    RispondiElimina