12 giugno 2018

Linguine al ragù di moscardini


"... La vita è un uragano che ci strappa le vele
un'autostrada in fiamme con curve di miele
è una tempesta, 
è un tuffo dentro a un cerchio di fuoco
la vita è un gioco
Ma l'amore ci dilata sciogliendo i nostri cuori
trasforma i nostri giorni in una pioggia di colori
negli occhi di tuo figlio rivedi la tua infanzia
distese di conquiste e ceri di speranza
 la vita è un gioco da eroi"
(Negrita)

La vita è un divenire continuo, una sfida quotidiana, un chiudersi e schiudersi di porte. Sta a noi trovare il giusto modo per affrontarla, perché non va mai subita, ma sempre sfidata. Mai lasciarsi abbattere. Cadere fa parte del gioco, a volte anche facendosi molto male, ma rialzarsi a testa alta è ancora più bello, e non è da tutti. La vita va affrontata con coraggio, intelligenza e determinazione senza dare troppa importanza ai giudizi degli altri, chiunque essi siano, ma ascoltando costantemente il proprio cuore. Mai lasciarsi suggestionare o ancor peggio abbattere ... né un trono né un ruolo daranno mai a qualcuno il potere di farci abbassare gli occhi e dire sissignore se il nostro cervello ci urla che non è giusto. Ed invece purtroppo vedo e leggo spesso di troppe giovani donne che non ce la fanno, non tirano fuori le unghie, non mordono, non si rialzano... non scappano. Sono stanca di certe notizie, eppure il mondo si evolve, ma in alcuni coni d'ombra sembra fermo ai secoli scorsi ... coraggio aprite quella porta, rompete quella finestra, alzate lo sguardo, proteggete i vostri bambini, liberate voi stesse ...siate i nostri eroi!   




Ingredienti
per 4 persone

350 gr di pasta lunga tipo linguine
250 gr di moscardini  freschi
350 ml di passata di pomodoro bio
Vino bianco q.b.
Olio evo
aglio
sale


Procedimento
Per questa preparazione prediligete moscardini o totani, comunque tagli piccoli. Iniziate pulendo ben bene il pesce, separando anche i ciuffi dalle sacche. Frullate, con l’aiuto di un mixer,  più della metà  dei ciuffi (quelli più grossi) e tagliate invece in strisce le sacche. In una pentola mettete a soffriggere aglio e  olio, quando quest’ultimo si sarà imbiondito spegnete il gas e lasciate raffreddare l’olio (il pesce non entrando in contatto diretto con olio già caldo manterrà la sua tenerezza). A questo punto eliminate l’aglio e unite il pesce frullato, riaccendete il gas e mescolate con una spatola di legno fino a sgranarlo completamente, quando avrà cambiato colore date una spruzzata di vino, fate evaporare, poi unite la passata di pomodoro e il resto del pesce, salate unite un pizzico di zucchero e lasciate cuocere semicoperto per 15/20 minuti. Lessate la pasta, in abbondante acqua salata, scolatela conditela con il ragù di pesce e servite subito. Ovviamente il ragù in eccesso potrà essere conservato in frigorifero per un paio di giorni o ancora meglio surgelato avendo utilizzato pesce fresco. 
Buon appetito!



Buona vita
e alla prossima ricetta!







19 commenti:

  1. Stupendi, buonissimi buona giornata baci

    RispondiElimina
  2. un piatto da leccarsi i baffi!! :P

    RispondiElimina
  3. Cara Alice, come è invitante questo piattodi pasta, è sicuramente buonissimo!!!
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso.
    Tomaso

    RispondiElimina
  4. Profumo di mare in questo bel piatto 😊😊😊, buona settimana

    RispondiElimina
  5. Ciao Alice, quanto è vero quello che scrivi. Troppe notizie terribili. Passo però alla tua pasta che è sicuramente deliziosa e vista a quest'ora MOLTO appetitosa. Baci!

    RispondiElimina
  6. Moscardini quelli veri piccoli buoni qui trovo quelli che solo di nome chiamano cosi ma non è vero....ottimo piatto vedrò di trovarli. Buona serata

    RispondiElimina
  7. mai arrendersi, chi si ferma è perduto!
    mi stanno facendo una gola quegli spaghetti...e l'ora certo non aiuta a contenere la fame! un bacione, buona serata

    RispondiElimina
  8. Con le parole dei Negrita hai riassunto tutto e con questa pasta sei proprio riuscita a prendermi x la gola :-P

    RispondiElimina
  9. Se ven deliciosos!! Los haré pronto. Bss.

    RispondiElimina
  10. da donna,da mamma,da moglie,da docente non posso fare altro che condividere tutto ciò che dici e continuo a non capire perchè,il mondo si è evoluto e questo non è per niente positivo,mannaggia,in questo mondo strano dove si sente di docenti picchiati dai genitori per una valutazione non condivisa e mi fermo qui,il tuo goloso piatto di pasta completo di secondo mette un pò di pace,da un attimo di tregua,porta un pò di luce,un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  11. Caspita i moscardini li compro raramente...e guarda che delizia di sughetto ci potrei fare... ;)
    Mi hai dato davvero una super idea!
    Baciotti cara

    RispondiElimina
  12. Bellissime le parole della canzone dei Negrita e meraviglioso il piatto di pasta al profumo di mare e .... libertà!!!
    Baci

    RispondiElimina
  13. Sììììì che bontà, da leccarsi i baffi!!!!!

    RispondiElimina
  14. Amo questa canzone e mi hai fatto venir voglia di riascoltarla, a volume alto, magari anche cantando... e amo anche le tue, di parole. Hai colto nel segno, hai lasciato un invito e un inno alla Vita, al fatto di volerla gustare, fino in fondo, affrontando ogni momento, non scappando neanche dai dolori perchè tutto serve... tutto, tutto! Essere i nostri eroi e i nostri capolavori, tenere il timone e coltivarlo, il coraggio... perchè è l'unica cosa capace di vincere le paure e di farci tuffare in un mare pieno di sorprese! I tuoi moscardini lo sanno... e io corro ad assaggiare! :-)

    RispondiElimina
  15. Capirai.. già i moscardini al sugo son strepitosi.. immagino come condimento per la pasta!! Bacioni :-* e buon w.e.

    RispondiElimina
  16. Ciao cara! tra una settimana è il compleanno di mio marito e mi ha espressamente richiesto una cena tutta a base di pesce! Direi che qst tuo ragù di moscardini fa al caso mio!!! mi ispira tantissimo! grazie per l'idea! secondo te se ci aggiungo dei gamberi (espressamente richiesti anche qst) come stanno? grazie mille!

    RispondiElimina