6 novembre 2018

Ciambella alla zucca ... sofficissima !


Gli uomini discutono. La natura agisce.
(Voltaire)


Anno dopo anno, gli effetti dei cambiamenti climatici in Italia diventano sempre più evidenti e sempre più gravi. Nei giorni scorsi l’ondata anomala di maltempo, che si è abbattuta sul nostro paese, ha provocato smottamenti, frane, inondazioni e purtroppo anche vittime. Da Nord a Sud, il nostro territorio è stato flagellato e quando tutto si sarà calmato e si potrà passare alla conta dei danni, la situazione ci apparirà, se possibile, ancor più drammatica. Il maltempo ha messo in evidenza, ancora una volta, la fragilità del nostro territorio, da troppi anni ormai gestito esclusivamente sull’onda dell’emergenza. La difesa del suolo, la messa in sicurezza delle nostre città e delle nostre campagne, l’adeguamento delle nostre infrastrutture al mutato scenario ambientale, dovrebbero invece essere una priorità. Se ad un naturale rischio idrogeologico, dato dalla specifica conformazione geomorfologica della nostra penisola, aggiungiamo il negativo contributo dell’azione dell’uomo sul territorio ed i cambiamenti climatici, automaticamente la vulnerabilità e l’insicurezza della nostra terra cresce. Cosa possiamo fare noi? Ben poco, se non seguitare a sollecitare e stimolare, chi invece potrebbe, ad intervenire per la prevenzione. L’Italia ha bisogno urgente di progetti strutturali, a livello centrale e locale, che producano un’effettiva manutenzione del territorio. Sono anni ormai che la politica interviene solo sull’emergenza … dopo il disastro … dopo le vittime. Non è più possibile violentare la natura, sperperare soldi, perdere vite umane e far vivere milioni di persone in condizioni di insicurezza. Il cambiamento climatico non è un evento ipotetico che appartiene a un futuro lontano, ma un fenomeno attuale con cui dobbiamo imparare a convivere e per cui necessitano politiche certe, volte a contrastarlo. Scusate lo sfogo, ma chi mi segue sa che a volte nella mia cucina, mentre si mescola o si impasta, si parla anche di sociale e di ciò che ci accade intorno, semplici chiacchiere tra amici, ma poi la ricetta del giorno arriva sempre.  



Ingredienti

325 gr di polpa di zucca cruda
300 gr farina di farro bio
80 ml di olio evo
90 ml di latte fresco
190 gr di zucchero semolato
3 uova bio
16 gr di lievito per dolci


  Procedimento
Pulite la zucca, lavatela e tagliatela a tocchetti. Mettetela  in un mixer con il latte e l’olio, frullatela fino a ridurla in crema e lasciate da parte. In una ciotola  mettete i tuorli con lo zucchero e con l'ausilio di una frusta a mano, montate ben bene fino ad ottenere una bella massa chiara e gonfia. A questo punto unite la purea di zucca e mescolate delicatamente. Poi aggiungete poco per volta la farina, precedentemente setacciata con il lievito, sempre utilizzando la frusta a mano. Montate a neve fermissima gli albumi con un pizzico di sale, per questo passaggio vi consiglio di utilizzare le fruste elettriche, e incorporateli delicatamente al composto con l'ausilio di una spatola in silicone, con movimenti lenti dal basso verso l’alto. Versate l'impasto nel classico stampo da ciambella ben imburrato e infarinato, cuocete in modalità statica a 150° per 40 minuti. Sfornate e lasciatelo riposare nella teglia per almeno 15/20 minuti, poi estraetelo dallo stampo delicatamente e passatelo a raffreddare completamente su una gratella per dolci. Gustate semplicemente così, oppure con una spolverata di zucchero a velo. Conservata  sotto la classica campana di vetro, questa ciambella rimane sofficissima come appena sfornata per tre giorni...oltre non so!
Buon appetito!




Buona vita
e alla prossima ricetta!






23 commenti:

  1. Sììììì la mia adorata zucca, che golosa ciambella!!!!!

    RispondiElimina
  2. Sì, hai ragione. La sensazione è che qui in Italia (parlo dell'Italia perché è la realtà che conosco ed in cui vivo) si agisca per reazione e non per prevenzione.
    Bisogna fare qualcosa, mobilitarsi ed è una cosa che dobbiamo fare tutti: noi semplici cittadini nel nostro piccolo avendo più attenzione nell'utilizzo di auto, riscaldamento, nella differenziazione dei rifiuti, nell'educazione civica per cercare di contrastare il riscaldamento globale e poi, chi è più in alto di noi, prendere provvedimenti che possano mettere tutti in sicurezza e non limitarsi a tamponare.
    Ma ora la pianto con questa filippica e mi godo ancora un po' la foto di questa meravigliosa ciambella.
    A presto!! Baci

    RispondiElimina
  3. E' tremendo tutto ciò! E io sono esattamente come te, mentre impasto lascio scorrere la mente e penso e rifletto e quello che sta succedendo in questi giorni entra tanto tra i miei pensieri e le mie riflessioni. Ottima questa ciambella di zucca, come dico sempre tutto il buono delle ricette semplici e confortanti. Un bacio

    RispondiElimina
  4. Condivido ogni singola parola ... sai cosa mi fa più male? Che tutti sono indignati appena succede la disgrazia e cominciano a dare la colpa a chi c'era prima, che poteva fare e non ha fatto e questo lo dicono anche quelli che si dimenticano ma ... prima c'erano loro! Dicevo la cosa che mi fa più male che passata la tempesta, provvedono ai "rattoppi" vari e poi si dimenticano di tutti i buoni propositi, fino alla prossima disgrazia e via da capo. Che tristezza :( Prendo una fettina della tua cimbella guarda, adoro la zucca e mi piace fatta in questo modo.

    RispondiElimina
  5. Come non concordare .... 😔
    Molto buona la tua ciambella cara

    RispondiElimina
  6. Un post che condivido appieno. Siamo il paese dove si interviene solo a disastro avvenuto, se si intervien poi…. Il clima sta cambiando velocemente, oramai sono diversi anni che notiamo temporali sempre più intensi, scariche di fulmini infinite e vento che soffia sempre più forte. A me questo nuovo clima fa paura.
    Bellissima e golosa la tua ciambella.

    RispondiElimina
  7. I disastri di questi giorni parlano chiaro purtroppo, spero vivamente venga posta maggiore attenzione al problema.
    La ciambella è invitantissima, prendo la ricetta!
    A presto!

    RispondiElimina
  8. Stamattina mio nonno si è trovato la casa allagata per una bomba d'acqua di dieci minuti! Ho spazzato acqua e fango per ore!!!! Poi, tornata a casa, ho fatto un dolce con le castagne...con la zucca ho un vasto repertorio e secondo me rende speciale ogni ricetta!

    RispondiElimina
  9. Abbiamo maltrattato il nostro pianeta e adesso ci viene servito il conto! Ormai non si può più tornare indietro ma sarebbe buona regola insegnare alle nuove generazioni ad avere più rispetto..
    Golosissima ciambella x addolcire questo lunedì..

    RispondiElimina
  10. sono shockata dalle notizie degli ultimi giorni. purtroppo si cerca sempre di mettere una pezza quando ormai è troppo tardi. la superficialità, dove non ci sarebbe affatto da essere superficiali, ormai la fa da padrone e questa cosa mi spaventa terribilmente :(
    adoro la zucca alla follia e quest'anno m'è presa una vera e propria fissa per i dolci alla zucca. ottima idea usarla cruda nell'impasto, proverò :) un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  11. questo sfogo è più che lecito! io dalla spagna sto seguendo il tutto e rimango senza parole, incredula e un po' triste! però anche speranzosa, che prima o poi al di là del partito di maggioranza, le politiche giuste arrivino e portino il sole.
    Come la tua ciambella, che il sole lo ha dentro <3

    RispondiElimina
  12. Lo sfogo è assolutamente giustificato e dovuto. Purtroppo ho dubbi che questo disastro abbia sollecitato e stimolato chi dovrebbe farsi carico di queste cose.

    RispondiElimina
  13. Sembra sofficissima veramente, complimenti. soprassiedo sul fattore climatico posso che darti ragione per me che giro Roma in motorino è ancor più gravoso

    RispondiElimina
  14. Concordo sullo sfogo e sulle amare considerazioni, dubito molto che anche questa grande tragedia, che ha sconvolto il nostro paese da Nord a Sud, serva a cambiare qualcosa!
    La meravigliosa zucca si presta a risultati molto soddisfacenti!!!
    Baci

    RispondiElimina
  15. Molto particolare la tua ciambella con la zucca cruda. Brava come sempre!

    RispondiElimina
  16. purtroppo in un paese come il nostro in cui le colpe sono tutte di chi c'era prima i risultati sono questi....Ottima la tua ciambella !

    RispondiElimina
  17. ancora tanto vera ed attuale la frase di Voltaire,è proprio così l'uomo parla e perde tempo e la natura fa il suo corso,siamo cresciuti,andati avanti,progrediti in alcuni anzi in tanti campi ma stiamo perdendo sempre più il senso della realtà,ci sarebbe tanto da dire ma forse è il momento di agire,la tua ciambella dà un senso di pace e serenità,sei bravissima a scegliere i piatti da regalarci a cui poi collegare le parole o avviene al contrario,comunque grazie,brava come sempre,ti abbraccio.

    RispondiElimina
  18. Quanta ragione nelle tue parole , magari servisse alle nuove generazioni ………… Per fortuna qualcosa di buono arriva sempre. Deliziosa ciambella alice

    RispondiElimina
  19. Fai bene a trattare questi argomenti spigolosi, anche io, ne ho discusso in maniera accesa con mio marito l'altra sera, stiamo diventando una ferita aperta, povera Italia.
    Questa torta l'avevo intravista e ora la segno, perché due giorni fa ho pulito 1,8 kg di zucca e credo che una parte ben si incanali in questo ciambellone.

    RispondiElimina
  20. stupendo usare la zucca cruda!!! bravissima!!!

    RispondiElimina
  21. Concordo pienamente, ho timore di questi cambiamenti climatici che distruggono il nostro ambiente. Senza parlare del raccolto nelle campagne, le raffiche di vento e pioggia di questi giorni hanno distrutto il raccolto di olive,è quello che ho subito quest'anno nel mio uliveto, sono stati distrutti quintali di olive, il terreno sembrava un tappeto di olive, è stato uno strazio vedere tutto ciò, un raccolto perso!
    Comunque la tua ciambella alla zucca è favolosa, sembra sofficissima, complimenti! Baci!

    RispondiElimina
  22. Un gran bel ciambellone poi cosi arancione è anche più bello da vedere

    RispondiElimina
  23. Eh certo che ultimamente ne succedono di tutti i colori e davvero sembra che oramai qualsiasi intemperia ci colpisca fino al cuore....
    Copierò questa ricetta perchè ho tentato di fare per due volte un dolce con la zucca ed ho dovuto buttare tutto, questa torta sembra davvero fantastica! Un bacione

    RispondiElimina