31 marzo 2020

Millefoglie alla crema pasticcera con pasta sfoglia rapida


Fitte tenebre
si sono addensate sulle nostre piazze
strade e città
si sono impadronite delle nostre vite
riempiendo tutto di un silenzio assordante
e di un vuoto desolante

(Papa Francesco)


La nostra concezione di normalità e di socialità è stata totalmente stravolta. Mi sembra come di vivere una vita messa in pausa. Eppure ci stiamo adattando …. Ma questa Roma così triste e vuota, così chiusa, mi fa male al cuore. Un silenzio spettrale ci avvolge dalla mattina alla sera, il rumore di un’auto è un evento eccezionale, mentre di solito era il classico rumore di fondo percepito costantemente nell'arco della giornata. Roma è inquietantemente deserta, un pugno alla bocca dello stomaco ... come piazza San Pietro l'altra sera ...immagini che faranno la storia, ma che non avremmo mai voluto vedere, di una storia che non avremmo mai voluto vivere. Ma come tutte le storie finirà, come tutto passerà. Ora, intanto, distraiamoci un pochino e prepariamo un dolce vi va? Oggi millefoglie! La pasta sfoglia è una preparazione di base molto impegnativa da realizzare, tanto che molto spesso preferisco utilizzare quella pronta del banco frigo, ma visto che in questi giorni il tempo certo non manca ne ho approfittato per provare una versione semplificata, soprattutto nel sistema delle pieghe. La pasta sfoglia rapida può essere conservata in frigorifero per un paio di giorni o congelata per un  mese al massimo. Se, invece, non avete voglia di cimentarvi nella preparazione della sfoglia, ma vi va un goloso millefoglie, vi lascio le indicazione per prepararlo con la sfoglia acquistata pronta. 



Ingredienti

Per la sfoglia
150 g di farina
100 g di burro
75 g di acqua
Sale

oppure
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare

Per la Crema pasticcera
500 ml di latte intero fresco
4 tuorli medi 
120 gr di zucchero semolato
40 gr di fecola di patate
Limone non trattato

Inoltre 
Zucchero a velo q.b.
Zucchero semolato q.b.


Procedimento 

Per la crema pasticcera
In un pentolino di acciaio mescolate i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare spumosi, poi sempre mescolando aggiungete la fecola. Nel frattempo, mettete il latte sul fuoco con la buccia del limone e fatelo intiepidire. Eliminate la buccia del limone e aggiungete il latte poco per volta, sempre mescolando, al composto di uova. A questo punto mettete sul fuoco e, senza mai smettere di mescolare, portate al primo bollore. Togliete dal fuoco e travasate la crema in una ciotola, coprite con della pellicola trasparente da cucina, mesa a contatto. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente, poi trasferite la crema in frigorifero.

Per la pasta sfoglia
Impastate 30 grammi di farina con il burro usando la planetaria con il gancio a foglia. Quando il burro avrà assorbito tutta la farina, prelevate il composto dalla ciotola, trasferitelo tra due fogli di carta forno e date alla pasta la forma di un rettangolo, alto circa mezzo centimetro, aiutandovi con un mattarello. Mettete questo composto al burro in frigorifero. Nel frattempo, impastate la restante farina con l'acqua e un pizzico di sale fino a ottenere un composto morbido. Stendete l'impasto su una spianatoia appena infarinata aiutandovi con il mattarello e formate un rettangolo. Adagiatevi al centro il composto al burro freddo di frigo. Appiattitelo con le mani in modo da portarlo allo stesso spessore. Ripiegate le due estremità laterali in modo da coprire completamente il panetto, lasciando i due lati in alto e in basso aperti. Spianate con il mattarello fino a ottenere un rettangolo con il lato corto verso di voi. Spostatelo in modo d’avere dalla vostra parte il lato lungo. Sollevate il lato corto di destra e ripiegatelo verso il centro del rettangolo. Fate la stessa cosa con il lato sinistro. Ripiegate ancora la pasta in due su sé stessa ottenendo una specie di libro. Avete così fatto il “primo giro” di pasta. Con il mattarello, spingendo sempre nella stessa direzione, stendete il quadrato fino a trasformarlo in un lungo rettangolo e ripetete l'operazione per quattro volte. Fra un giro e l’altro fate riposare la pasta in frigo per dieci minuti. Quando avrete finito riponete, nuovamente, la sfoglia in frigo per almeno un’ora prima dell’utilizzo.

Stesura e cottura della sfoglia 
Opzione sfoglia fatta in casa - Quando la pasta sfoglia avrà ben riposato potrete stenderla. Invece di utilizzare la farina per stendere la sfoglia, aiutatevi con dello zucchero semolato. Cospargete quindi il panetto di sfoglia con lo zucchero e con il mattarello iniziate a stenderla delicatamente.  Non appena l'avrete allargata abbastanza, continuate a stenderla giocando solo sulla lunghezza, e prestando attenzione agli angoli. Cercate di ricavare un rettangolo preciso, in modo da ottenere poi una torta più precisa, aiutandovi sempre con lo zucchero. Dovrete ottenere un rettangolo spesso 3 o 4 mm. A questo punto potrete tagliarla. Dovrete ottenere 3 rettangoli di egual misura. Rivestite una teglia con della carta forno e adagiateci i tre rettangoli, bucherellateli con i rebbi di una forchetta e spolverate di zucchero a velo. Cuocete in forno caldo in modalità areato a 180° per 20 minuti circa. Le sfoglie devono risultare sfogliate e ben cotte. Lasciatele raffreddare molto bene prima di sagomarle altrimenti si spaccano.

Opzione sfoglia comprata  - Srotolate la pasta sfoglia rettangolare. Lasciandola direttamente nella sua carta forno, tagliatela in 3 parti uguali, ricavando 3 rettangoli. Adagiatela in una teglia da forno, bucherellate con i rebbi di una forchetta e spolverate di zucchero a velo. Cuocete le basi di sfoglia in forno caldo a 180° per 20 minuti circa. Le sfoglie devono risultare sfogliate e ben cotte. Lasciate da parte a raffreddare per circa 1 h. Passaggio importantissimo è lasciare che le sfoglie si raffreddino e ammorbidiscano leggermente prima di sagomarle altrimenti si spaccano.

Assemblaggio del dolce
Una volta trascorso il tempo indicato eliminate dai rettangoli di sfoglia i bordi, pochissimi millimetri, giusto per rendere visibili gli strati sfogliati. Utilizzate un coltello a seghetto. Riprendete la crema dal frigo e sbattetela con una frusta a mano per farle riprendere tono e corposità. Assemblate la torta direttamente sul piatto da portata, appoggiate il primo rettangolo di sfoglia e stendeteci sopra uno strato sostanzioso ma non eccessivo di crema pasticcera. A questo punto adagiate sulla crema delicatamente il secondo strato di sfoglia, mi raccomando non schiacciate, e farcite con altra crema. Aggiungete ultimo strato di sfoglia e spolverate con abbondante zucchero a velo. La torta millefoglie si conserva in frigorifero.
Buon appetito!




Buona vita e 
alla prossima ricetta!







37 commenti:

  1. Che bello Alice, il mio dolce preferito! E finalmente una pasta sfoglia con poco burro, ci penso sempre a farlo ma l'uso di tutto quel burro mi frena sempre... invece ora con la tua ricetta... mi sa tanto che un pensierino ce lo faccio! Un bacio e un abbraccio

    RispondiElimina
  2. Un dolce che amo! E' semplicemente perfetto ^_^ Bravissima!
    Da me ci sono ancora tanti, troppi morti, ma il suono delle sirene è meno assordante. Speriamo che sia un buon segno.
    Un abbraccio grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Coraggio tesoro, passerà ... ti abbraccio forte forte

      Elimina
  3. Il mio bambino adora la millefoglie! Mi hai fatto venire in mente che posso preparargliela io! Per il resto.....aspettiamo fiduciosi che tutto passi.
    Grazie

    RispondiElimina
  4. Cara Alice, questa pasta è una vera specialità, ha me piace molto, come tutti i dolci.
    Ciao e buona settimana cin un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie della tua presenza costante, i tuoi sorrisi e la tua positività fanno bene al cuore!

      Elimina
  5. Prima o poi passerà e torneremo alla vita normale. Di solito ci lamentiamo del rumore, del caos, del traffico,dello smog. Mai avrei pensato che saremmo arrivati a lamentarci delle strade vuote. Come cambiano le prospettive.
    La millefoglie è un dolce sontuoso, che a me fa pensare ad un thè all'inglese. E' bella, buona e molto elegante nella sua semplicità. Anche se non c'è niente di facile nel preparare la sfoglia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se una cosa ci sta insegnando questa quarantena è proprio a vedere la nostra vita da un'altra prospettiva ... speriamo di uscirne non dico più forti, ma almeno riacquistando i valori veri della vita!
      baci

      Elimina
  6. Il classico dolce della domenica 😊 sto cucinando parecchi dolci in questi giorni.
    Un abbraccio 😊

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche anche a casa mia come puoi notare in questi giorni i dolci vanno alla grande!

      Elimina
  7. Tra i 10 dolci che preferisco, dovessi scegliere da portare su un'isola deserta, c'è la millefoglie. E ho detto tutto :-))))

    RispondiElimina
  8. Si passerà.. certo che se si fosse intervenuti prima.. certo che se quei tanti idioti fossero rimasti in casa.. forse.. e dico solo forse.. i tempi e i malati e i morti sarebbero stati molto meno.. Vabbè.. consoliamoci con questo dolce.. che tra l'altro amo molto.. Un bacione cara

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La fuga di massa ha sicuramente peggiorato tutto, ora mi auguro che il prossimo decreto preveda un blocco totale per pasqua ...altrimenti sai quanti altri contagi pur di riunirsi con i nonnini!
      baci

      Elimina
  9. anche qui c'è un vuoto spettrale ed è pesante soprattutto nei giorni assolati e tiepidi. Oggi piove e mi fa meno impressione osservare dalle finestre le strade deserte. Pensa che giusto l'altra sera sognavo questa deliziosa torta, che chiedevo sempre da bambina per il mio compleanno. E ora eccola qui !!!! Un abbraccio cara Alice

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti tra l'ora legale e il bel tempo è tutto più complicato e più angosciate
      baci

      Elimina
  10. ne ruberei un pezzetto proprio adesso, per addolcire questa serata di umore nero :(
    speriamo di tornare presto alla normalità anche se la strada la vedo ancora lunga!
    un abbraccio tesoro, buona settimana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo la vedo molto lunga anche io!
      ti abbraccio forte

      Elimina
  11. Questo buon dolce ci fa tornare il buon umore in questi giorni un po' grigi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione in questi giorni tutti abbiamo bisogno di un pò di buon umore!

      Elimina
  12. Concordo la nostra città vive in uno stato surreale a anche noi un po' una bella fetta di questa millefoglie allevierebbe la pena della reclusione forzata. Un saluto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' un periodo molto strano e molto difficile da vivere per tutti noi, ma passerà!

      Elimina
  13. We live really difficult times in all the world and is exactly how I feel, Whats is the Next, what could happens, when hubby go out to some things Im always worrried.
    Delizioso tu dulce.
    Un forte abbraccio cara xo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. you're right I also live always worried ... but it will pass!

      Elimina
  14. Questo è uno dei dolci preferiti di mio marito, io non faccio testo in quanto sono molto golosa ed è difficile trovare un dolce che non mi piace :( Condivido con te il pensiero che è molto triste vedere le nostre città così deserte. Un senso di disagio e sconforto ti assale e sembra tutto surreale. L'immagine del Papa poi, l'altra sera, mi ha ulteriormente scosso. Come il suo viso, la sua espressione di sofferenza e dolore ... non avrei mai voluto vivere questo momento storico, che rimarrà per sempre sui libri a venire. Un abbraccio grande Alice e dobbiamo avere fede, finirà anche questa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si le immagini del Papa da solo sotto la pioggia in una piazza San Pietro deserta e silenziosa, sono state un vero pugno allo stomaco. Ma finirà deve finire
      ti abbraccio forte forte

      Elimina
  15. Ciao Alice, che buono il millefoglie, è stato il dolce del mio matrimonio, crema pasticcera e fragoline di bosco. Stiamo vivendo un periodo così difficile.. certo tutto passerà prima o poi ma, penso, ci lascerà tutto un po' diversi da come eravamo prima. Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo, non sarà semplice tornare ad una reale normalità, anche a livello psicologico.
      ti abbraccio forte

      Elimina
  16. Visione celestiale,nella sua semplicità questo dolce è fa vo lo so.Bravissima,un bacione

    RispondiElimina
  17. Che splendida visione ... a quest'ora il te è già pronto e un'abbondante fetta della tua meraviglia ci starebbe benissimo!!!
    Si la piazza di San Pietro vuota con la pioggia e il Papa solo è un'immagine che non si potrà dimenticare!!!
    Un forte abbraccio

    RispondiElimina
  18. Tante purtroppo sono le immagini che non dimenticheremo di questo periodo....
    ti abbraccio

    RispondiElimina
  19. Non avrei mai immaginato di poter vivere un'esperienza come questa :-( cerco ogni giorno qualcosa di positivo per non impazzire e sicuramente il sorriso di mio figlio aiuta ad affrontare il malumore..anche se un bel trancio di questo millefoglie non lo disdegnerei per niente :-P

    Conosci il mio profilo IG?
    https://www.instagram.com/zia_consu/
    se ti va seguimi ❤️

    RispondiElimina
  20. Il mio dolce preferito... Una coccola perfetta per questi momenti!

    RispondiElimina