30 giugno 2020

Peperoni fritti con capperi e olive, ricetta napoletana di famiglia


Staremo accanto alla finestra
dritti nell’aria della sera
ritorneremo a respirare
ritroveremo la maniera.
(Ivano Fossati)


La strana ed improvvisa situazione, che ci ha travolto e stravolto, mi ha ricordato che la vita è altro, che nulla è più importante dell’attimo, di come lo viviamo e con chi lo condividiamo. Questa lunghissima assenza dall'ambiente lavorativo “fisico”, come lo avevo sempre vissuto, mi ha posto di fronte ad una differente prospettiva. Spazi e tempi diversi hanno equilibrato in positivo le mie giornate e mi hanno portato a prendere la decisione di rivedere alcune mie abitudini, che ultimamente stavano fagocitando il mio tempo, a scapito di tutto il resto. Il mio obiettivo ora è ricominciare con calma, ma soprattutto affrontare la giornata lavorativa con spirito diverso. Non posso e non voglio snaturarmi, ma vorrei riuscire ad affrontare il tutto in maniera più distaccata e forse anche con un pizzico di sano egoismo. A volte serve sbatterci, contro l’evidenza, per acquisire consapevolezza, ed è allora che i pensieri iniziano a cambiare e con loro le azioni. Osservare le cose da un’angolazione diversa, può aiutarci a comprendere che a volte una semplice accettazione al cambiamento, basta a far assumere alla realtà significati e aspetti differenti. La responsabilità della realtà che viviamo è la nostra, e nostro è il potere di cambiarla. E non necessariamente perché ci sia qualcosa che non va, semplicemente scegliere consapevolmente di modificarla al meglio per noi stessi. Nessun cambiamento invece nella mia cucina, adoro le ricette di famiglia e oggi ve ne lascio una presa del vecchissimo quadernino di mia suocera, con le pagine ormai ingiallitissime. Peperoni fritti con olive e capperi, un contorno della cucina napoletana molto gustoso. I peperoni preparati così risultano saporitissimi e sugosissimi, quindi scarpetta d’obbligo! Ottimi anche il giorno dopo a temperatura ambiente, forse ancora di più! Provateli in una calda sera d’estate accanto ad una mozzarella di bufala o su delle bruschette … vi innamorerete! 


Ingredienti 

1 kg di peperoni (rossi – verdi - gialli)
250 gr di olive di Gaeta
20 o 30 capperi sotto aceto
olio di oliva q.b.
olio di semi q.b.
aceto di vino bianco



Procedimento
Lavate i peperoni sotto l’acqua corrente e poi asciugateli bene con un panno da cucina. Tagliateli a metà e privateli del torsolo, dei semi, dei filamenti interni e tagliateli a pezzi più o meno grandi di tre o quattro centimetri. In una larga padella antiaderente, che li possa contenere in un solo strato, mettete abbondante olio di oliva miscelato con l’olio di semi 50 e 50, aggiungete i peperoni e fate “friggere” a fiamma vivace, girandoli di tanto in tanto. I peperoni saranno pronti quando li vedrete “ammosciati”. Scolateli non eccessivamente e trasferiteli in una ciotola di vetro (non passateli ad asciugare su carta da cucina come per gli altri fritti). Unite,  ai peperoni nella ciotola, quattro o cinque cucchiai dell’olio di cottura, poi unite i capperi e le olive precedentemente snocciolate. Lasciateli riposare coperti per almeno un paio d’ore. Riprendete i peperoni, compreso il loro olio, e metteteli in una nuova padella a scaldare sul fuoco basso, appena avranno ripreso calore aggiungete una abbondante spruzzata di aceto, alzate il gas, mescolate e tenete qualche minuto sul fuoco per dar modo all'aceto di evaporare. Serviteli tiepidi o a temperatura ambiente. 
N.B. Se volete prepararli per il giorno dopo o surgelarli fate l’ultimo passaggio dell’aggiunta dell’aceto solo una mezz'ora prima di servirli.
Buon appetito!




Buona vita 
e alla prossima ricetta!





24 commenti:

  1. Ottimi questi peperoni, ne sono ghiottissima!

    RispondiElimina
  2. Cara Alice, credo che questo piatto sia molto buono e pure anche salutare.
    Ciao e buona giornata con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Que ricos así los pimientos :-))))

    RispondiElimina
  4. Io ho riscoperto tanti piccoli piaceri in questo periodo …… Buonissimi i peperoni preparati così. Un abbraccio grande Alice

    RispondiElimina
  5. Troppo buoni...li ho appena fatti x cena!!

    RispondiElimina
  6. La tua ricetta fa venire veramente voglia di mangiarli cara Alice! Sono certa siano una delizia

    RispondiElimina
  7. che bontà non li ho mai fatti così😍😍😍

    RispondiElimina
  8. Eccomi qui ti avevo scritto su Instagram che amo i peperoni e sono passata a leggere la ricetta.Mi hai fatto venire una gran voglia

    RispondiElimina
  9. Mamma mia cosa non dev'essere la scarpetta col pane in quel sughetto. Una goduria unica!!

    RispondiElimina
  10. Hello, I have loved this post, I love gastronomy, I would like to try this.
    I loved your post, I did not know your blog, do you want us to follow each other? you tell me regards

    RispondiElimina
  11. Sono buonissimi così! In casa li mangio solo io.. e la scorsa settimana li ho preparati per me stessa dopo non so quanti anni che non lo facevo! Un bacione

    RispondiElimina
  12. Io ho sofferto molto il cambiamento lavorativo i primi due mesi. Mi stava fagocitando. Ora sto cominciando a trovare i miei tempi e mi sento molto più rilassata e riesco a godermi tante cose che normalmente non facevo.
    Adoro i peperoni e di questi potrei mangiarne all'infinito, più scarpetta ovviamente ;)

    RispondiElimina
  13. Sicuramente l'esperienza dei mesi scorsi ha lasciato il segno, spetta a noi saper cogliere le varianti positive ..... ottimo piatto che profuma d'estate!!!
    Baci

    RispondiElimina
  14. Che buoni questi peperoni Alice! Mi ritrovo molto in quello che hai scritto, anche io sto lavorando da casa da mesi ormai, ho trovato nuove abitudini, scoperto un modo di affrontare il lavoro diverso e meno frenetico. Spero che questa lentezza riscoperta nelle nostre vite (all'inizio forzatamente, ora per quanto mi riguarda del tutto volontaria) non ci abbandoni tanto presto. TI abbraccio.

    RispondiElimina
  15. Quanto sono succulenti questi peperoni! Penso che alla fine ci si abitua a tutto, ci vuole il suo tempo ma l'essere umano è così. Buona giornata Alice

    RispondiElimina
  16. Sì proprio da scarpetta, Alice! Spero che riuscirai a mantenere i tuoi propositi, te lo auguro di cuore, la vita è una e dovremmo proprio imparare a rispettarla di più, così rispetteremo anche noi e le persone che amiamo. Buone vacanze :)

    RispondiElimina
  17. Una ricetta che mi incuriosisce molto, deve essere gustosissima, gli ho mangiati una volta credo a Salerno fatti cosi più o meno credo, grazie ci proverò a farli

    RispondiElimina
  18. Bellissima la frase di Fossati....
    Questa ricetta me la segno perché ha tutte le caratteristiche per diventare un must nella mia cucina estiva ...stanno arrivando i peperoni dell'orto del mio babbo, ed in gran quantità! Bravissima

    RispondiElimina
  19. Buono e delizioso cara Alice !!!Un abbraccio !

    RispondiElimina
  20. Buono super carissima Alice un abbraccio.

    RispondiElimina
  21. Carissima se usi i peperoni lunghi, li fai prima arrostire e li spelli, poi procedi allo stesso modo,evitando la spruzzata d'aceto finale.....ti garantisco che diventa una dipendenza senza fine!il giorno dopo poi.... Nel "cuzzetiello" di pane croccante....ah da svenimento! 😋
    Parola di napoletana😉

    RispondiElimina
  22. in un modo o nell'altro, alla fine ci si abitua ai cambiamenti e anche da situazioni nel complesso negative si può arrivare a trarre qualcosa di buono.
    amo i peperoni in tutte le salse. potrei mangiarne una teglia intera con "l'obbligo" di scarpetta finale :)) un bacione tesoro, buona serata

    RispondiElimina