9 gennaio 2014

Kipfilet met mosterd en bier

Nella sua estrema bontà, Madre Natura racchiude nel suo seno tutti gli ingredienti necessari alla fabbricazione della birra filosofale;  tuttavia solo le persone degne potranno accedervi grazie alla loro Arte, e rendere manifesto il Segreto dei Segreti. Innanzitutto verranno estratti dalla Terra solo i migliori semi che, una volta immersi nell’acqua e poi essiccati mediante Aria e Fuoco, diventeranno la prima materia maltata. Per arrivare alla voluta perfezione occorrerà miscelare, in giusta proporzione, le virtù di quattro varietà. In un bagno animato da un incandescente soffio, questa miscela verrà scaldata gradualmente fino a quando la parte solida e impura si staccherà dal chiaro liquido al quale verrà nuovamente somministrato il Fuoco in un crogiolo ermeticamente chiuso. Allora si aggiungeranno alla preparazione i coni di luppolo, l’oro verde dalle molteplici sfumature le cui qualità conferiranno all’Elixir finale la sua infinita ricchezza. Durante queste tappe si presterà attenzione ad utilizzare solo Acqua perfettamente pura. A questo scopo si dovrà cercare nelle viscere della terra la fontana segreta che è la sorgente di tutte le cose. Perché quest’Acqua è il principio vitale attraverso il quale tutti gli elementi sono uniti come in un connubio. In seguito, dopo avere sbarazzato di nuovo la pozione dalle sue impurità, vi si incorporerà il lievito fecondatore. La fermentazione è la chiave che apre la via della trasmutazione finale. Quindi per compiere perfettamente questa cruciale operazione, il Saggio impiegherà solo e soltanto il lievito che avrà coltivato con le sue mani. Infine il prezioso liquido dovrà maturare lentamente e sublimarsi prima della chiarificazione suprema volta all’eliminazione di qualsiasi vile particella per trasformarlo in perfetto spirito distillato. E solo in questo momento, grazie al tempo, alla pazienza, al lavoro e all’esperienza, dai quattro elementi sorgerà il quinto, tanto agognato: la quintessenza, l’estratto universale e assoluto che racchiude l’anima e lo spirito stesso della birra, l’oro liquido e potabile che verrà battezzato 8.6 Gold.
8.6 Gold è la grande novità di Bavaria, una birra preziosa con un  bellissimo colore dorato con sfumature arancioni,  una birra estremamente raffinata,  prodotta con una sottile armonia di quattro malti e luppolo le cui note fiorite e fruttate conferiscono un gusto ricco, d’eccezionale aroma, delicato e poco amaro. Un aroma molto raffinato che richiama i fiori, il miele e le arachidi tostate. Una birra da assaporare non troppo fredda per apprezzarne tutta la finezza e cedere al fascino della sua eleganza.Il marchio Bavaria è nel mondo della birra una certezza e una garanzia, alla base della sua qualità  vi è una severa selezione degli ingredienti: luppolo, malto e lievito vengono acquistati, lavorati o prodotti dall'azienda, mentre l'acqua utilizzata proviene direttamente da una sorgente di acqua minerale. Oggi vi propongo una ricetta di una mia amica olandese, per la quale ho scelto di utilizzare la mia birra preferita la 8.6 Gold




Ingredienti per 4 persone:
600 gr di petto di pollo
4  cucchiaini di senape
Birra Bavaria 8.6 special gold
farina
sale
scalogno
Olio evo
sesamo per guarnire

Procedimento:
Tagliate il pollo a tocchetti piccoli, infarinateli e scuoteteli per eliminare l’eccesso. Tritate lo spicchio d’aglio e mettetelo a rosolare con un paio di cucchiai di olio  in una padella antiaderente abbastanza larga che possa contenere la carne in un solo strato. Quando l’olio sarà ben caldo mettete i bocconcini di pollo, lasciateli rosolare per alcuni minuti girandoli  spesso, salate e aggiungete due bicchieri di birra, lasciate sfumare e poi coprite, così che il pollo possa proseguire la cottura nella birra. Nel frattempo in un bicchiere mettete 30ml di birra e la senape e cercate di scioglierla girando veloce con un cucchiaino, aggiungete questo composto alla carne e lasciate cuocere qualche altro minuto fino a che la salsa non sarà addensata. Spegnete il fuoco, spolverate con abbondante sesamo tostato e servite caldo.  
Buon appetito!





Buona giornata!








22 commenti:

  1. Wow questa birra con la sua storia mi incuriosisce davvero tantissimo tesoro e tu l'hai utilizzata alla grande con questa preparazione davvero saporita1!Un bacioneeee,Imma

    RispondiElimina
  2. io non amo molto la birra come bevanda la nelle ricette mi piace!! buono buon questo pollo!! come rendere un triste pollo una piatto goloso!!

    RispondiElimina
  3. un piatto che mi strapiace ^__^ baci

    RispondiElimina
  4. adoro il pollo, ma anche il maiale, insaporito con la senape.. la birra lo rende ancora più speciale!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  5. Grazie Alice dei bellissimi auguri di Buon Anno che mi hai lasciato, contraccambio con vero piacere e tanto affetto, e' bello vedere che ci sono persone che ancora si ricordano di me ! Tantissimi auguri di tanta salute, serenità' e amore!, un abbraccio!

    RispondiElimina
  6. conosco questa birra, è molto buona e anche la tua ricetta mi piace moltissimo!
    baci :-)

    RispondiElimina
  7. bellissimo questo post!
    E squisito assolutamente questo pollo, da provare!

    RispondiElimina
  8. Non sono un'appassionata di birra.. non saprei distinguerne una buona da una commerciale.. hihihi.. però.. mi piace tantissimo usarla in cucina! Buonissimi i tuoi bocconcini con anche l'aggiunta di senape! smackkk

    RispondiElimina
  9. Ottima. Mi piace utilizzare la birra con la carne, trovo che doni un sapore particolare.

    RispondiElimina
  10. Non amo il pollo ma con la birra e senape deve essere favoloso da provare. Siccome la senape quella classica non mi piace userò quella al miele di Digione piccante/dolce ti saprò dire come è venuto. Grazie e buona giornata.

    RispondiElimina
  11. Ciao tesorino grazie del commento e tantissimi Auguri anche a te!!
    Che belle ricette che hai preparato, vado subito a dare una sbirciata.
    Questo secondo di bocconcino è favoloso.
    Baci e buona serata.
    Inco

    RispondiElimina
  12. La conosco ed è ottima anche in cucina. Pensa che ci ho fatto anche un pane meraviglioso. Mi piace molto il suo uso anche in questa ricetta.
    Baci.

    RispondiElimina
  13. yummy yummy sieht sehr schön aus

    RispondiElimina
  14. Sto cercando una ricetta di pane alla birra e vedo questo piattino meraviglioso che farebbe al caso mio!
    Che dire! Curiosissima di provarlo.
    Bacioni
    Silvia

    RispondiElimina
  15. Insolita idea per preparare il pollo: tra senape e birra certamente vengono dei bocconcini proprio saporiti!
    un bacione

    RispondiElimina
  16. Insolita idea per preparare il pollo: tra senape e birra certamente vengono dei bocconcini proprio saporiti!
    un bacione

    RispondiElimina
  17. Ciao! una saporitissima idea per aromatizzare gli straccetti di pollo: il duo senape e birra ci sembra una pensata azzeccatissima!
    un bacione

    RispondiElimina
  18. L'uso della birra in cucina mi manca, secondo me da quella marcia in più!! Un abbraccio

    RispondiElimina
  19. Sarà che la birra mi piace un sacco ma nel leggere il tuo post mi si è azzerata la saliva!!!!!! eheheheheh
    L'accostamento birra e sesamo tostato mi stuzzica tantissimo.
    Un bacione
    (domenica ho rifatto la tua focaccia senza impasto...MERAVIGLIOSA!!!)

    RispondiElimina
  20. @La riccia in cucina
    Sono contentissima che la focaccia ti sia piaciuta, è sfiziosa e veloce!

    RispondiElimina
  21. Dal primo al secondo al dolce , mi piace tutto , complimenti ho visto molte ricettive deliziose!

    RispondiElimina