10 dicembre 2014

Gingerbread ovvero gli omini di pan di zenzero

Ormai in casa mia da parecchi anni non è Natale senza i famosi Gingerbread. Mia figlia li adora e anche noi e poi diciamoci la verità mettono allegria sanno di infanzia felice, di attesa di Babbo Natale e per un’eterna bambina  romantica come me sono perfetti soprattutto per le colazioni dei giorni di festa.  L'Omino di Pan di Zenzero o Gingerbread Man  è il simpatico protagonista dei tradizionali biscotti natalizi nei paesi nordici e questo lo sanno tutti, ma sapete anche la sua storia o meglio conoscete la sua favola?
"C'era una volta un'anziana coppia che non aveva figli. Durante un particolare inverno freddo e silenzioso, marito e moglie si sentivano tristi e soli. Così l'anziana signora decise di creare un bambino dando forma ad un impasto. Prese la farina, lo zucchero e le uova. Scelse alcuni ingredienti di stagione che aveva disponibili, come lo zenzero e le spezie dall'anima piccante e mescolò con cura e con amore tutti gli ingredienti. Stese la pasta e la plasmò in un biscotto gigante, dandogli una testa, due braccia e due gambe, in modo che sembrasse proprio un bambino. Lo decorò con cura, aggiungendo bacche invernali per creargli gli occhi e la bocca e farlo sorridere, sistemò i bottoni della camicia e gli altri dettagli, vestendolo a festa come avrebbe fatto con un bimbo vero. Depose la sua creazione nel forno caldo, per portarlo alla vita e trasformarlo in un bellissimo dolce: ecco nato l'omino di pan di zenzero! Ma appena uscito dal forno, l'omino di pan di zenzero tutto sorridente saltò fuori dalla teglia e scappò via dalla finestra gridando: "Non puoi prendermi, non puoi prendermi, sono l'omino di pan di zenzero!"  Durante la sua fuga l'omino di pan di zenzero incontrò vari animali:  un maiale,  una mucca,  un cavallo e tutti tentarono di mangiarlo. Ma nessuno di loro fu abbastanza veloce o furbo  da riuscirci. Fino a che l’omino dal temperamento pepato non incontro la furbissima e bugiardissima volpe che con uno stratagemma prima si finse amica e poi se lo pappò! Tradizionalmente nei paesi nordici i genitori  raccontano  questa favola ai loro bambini  anche per impartire loro una lezione  di vita importante: il mondo esterno può essere molto pericoloso  per un bambino  che si allontani troppo presto dai genitori e dalla tranquillità della sua casa per affrontare il mondo da solo. Una favola che vuole essere un monito  affinché  i bimbi seguano  la guida dei genitori  gli unici in grado di difenderli dai pericoli principali.






Ingredienti per circa 30 biscotti
300 gr. di farina 00
115 gr. di burro
80 gr. di zucchero di canna
120 gr. di miele
40 g zenzero fresco tritato fine oppure 4 g di zenzero in polvere
4 g cannella in polvere
1.5 g di (ognuno) noce moscata, pepe nero, chiodi di garofano tritati
3 g di bicarbonato
2 g di sale
1 uovo bio

per la glassa
200 gr. di zucchero a velo
4 cucchiai di acqua calda
coloranti alimentari

Procedimento
Mettete nel contenitore del  robot da cucina inserendo le lame,   la farina, lo zucchero di canna, il bicarbonato e le spezie. Aggiungete il burro freddo a pezzetti  e il miele. azionate a media velocità, fino a ottenere un composto bricioloso. In ultimo unite anche l'uovo e impastate ancora qualche istante fino a ottenere una palla. Avvolgete l’impasto di pan di zenzero nella pellicola trasparente e ponetelo in frigorifero per circa 2 ore. Trascorso il tempo necessario, stendete l’impasto con un mattarello fino ad ottenere una sfoglia dello spessore di 4 mm. Con le apposite formine  ricavate i vostri omini.   Infornate in modalità areata a 180° per circa 15 minuti. Preparate  ora la glassa all'acqua per la decorazione. Mettete in una ciotola lo zucchero a velo e unite l'acqua amalgamando bene con una frusta piccolissima o in mancanza con un cucchiaino. Suddividete la glassa in più coppette e aggiungete in ognuna un po' di colorante.  Decorate i biscotti di pan di zenzero con la glassa come più vi piace e come la vostra bravura vi permette, come vedete i  miei sono semplicissimi. Il mio esercito natalizio è pronto….quanto durerà? Pochissimo, ho una divoratrice compulsiva in casa :) 
Buon appetito! 







Buon dicembre!






46 commenti:

  1. Ma lo sai tesoro che non conoscevo questa storia!!!!Bellissima e meravigliosi i tuoi omini sono davvero una delizia!!Bacioni,Imma

    RispondiElimina
  2. Sono bellissimi!!!
    Brava Alice, un abbraccio!!

    RispondiElimina
  3. Ciao Alice! Ma quanto sono carini i tuoi omini? In questi giorni sono proprio un must... io li devo ancora fare con la mia bimba... intanto ti lascio il link, se vuoi partecipare alla mia raccolta di ricette natalizie con le tue prossime creazioni! Un abbraccio! Erika
    http://giochidizucchero.blogspot.it/2014/12/aspettando-il-natale-biscotti-di-frolla.html

    RispondiElimina
  4. Bellissimi! Io adoro questi biscotti, sono l'essenza del Natale e mi piace anche molto appenderli all'albero!:)
    Proverò la tua ricetta! Buone feste, Alice!
    Laura

    RispondiElimina
  5. Alice anche io li adoro, mi piacciono da morire e mettono allegria, creano atmosfera,senza non è natale, baci

    RispondiElimina
  6. Ciao Alice sono bellissimi i tuoi biscottini e a mio parere fanno davvero Natale. Grazie della storia, è deliziosa e non la conoscevo. Baci e a presto.

    RispondiElimina
  7. non sapevo la storia, che carina! buonissimi!!!

    RispondiElimina
  8. anche a casa mia non è Natale senza gli omini di pan di zenzero. anzi, a dirla tutta, questi bsicotti li adoro tutto l'anno, amo troppo le spezie ed il profumo paradisiaco che diffondono per casa
    stavolta voglio provare anch'io con lo zenzero fresco al posto di quello in polvere :)
    un bacio, buona settimana

    RispondiElimina
  9. Se vuoi passare anche da casa mia con un carico di biscottini io me li mangio tutti!!! DLIN DLON MOMENTO AUTOPROMOZIONE: ti va di partecipare al mio concorsino di compliblog? http://inmouveritas.blogspot.it/2014/10/stesso-posto-stessa-ora-nuovo-contest.html

    RispondiElimina
  10. una storia bellissima, che non conoscevo!!!!Questi omini devono essere molto buoni, oltre ad essere bellissimi e perfetti, uno uguale all'altro!!!Bravissima!!!!Baci Sabry

    RispondiElimina
  11. Anche io amo i pan di zenzero e ogni anno non mancano mai! Ma la storiella non la sapevo e mi ha divertito ed anche, emozionato!
    Grazie per averla condivisa Alice.
    Un abbraccio forte,
    Anna

    RispondiElimina
  12. Bellissima favolache nn cnoscevo su questi omini!!!!!!! e che bontà che sono.. smackkk

    RispondiElimina
  13. Anche a casa mia sono diventati un must..mio nipote non aspetta altro x Natale ^_^
    I tuoi decorati sono troppo graziosi..complimenti cara e a presto <3

    RispondiElimina
  14. Hai perfettamente ragione, fanno tanto festa e i tuoi son troppo carini!

    RispondiElimina
  15. eccoli qua i tuoi biscotti!!!!anche a noi piacciono tanto e sicuramente li farò, segno la tua versione perchè sei sempre una garanzia!!! un bacione amica...oggi sono stata alle terme, un paradiso di relax!

    RispondiElimina
  16. Alice non conoscevo la storia! Grazie e bellissimi questi omini! ^_^

    RispondiElimina
  17. Bellissima la storia e bellissimi i biscotti!!! Portano con se la magia del Natale!Complimenti! baci

    RispondiElimina
  18. Ciao Alice, non conoscevo questa storia, è bellissima! Come sono bellissimi questi omini di pan di zenzero, chissà che bontà!
    Bravissima!!! Un abbraccio Laura<3

    RispondiElimina
  19. troppo belli questi biscottini!! a presto ciaoooo

    RispondiElimina
  20. Bellissima storia Alice...da te si apprendono sempre tante belle cose!! I biscotti sono fantastici, li adoro! L'anno scorso li ho preparati come piccolo cadeaux per gli invitati al battesimo di mio nipote Ethan (è stato durante il periodo natalizio) e sono stati apprezzatissimi!! Proverò anche la tua deliziosa ricetta...Un bacione, Mary

    RispondiElimina
  21. Sono buoni, profumano la casa e mettono allegria.

    RispondiElimina
  22. Come si farebbe senza questi adorabili biscotti? :D Bellissimi e profumatissimi! Un bacsione gioia!

    RispondiElimina
  23. Non conoscevo la storiella, e mentre la leggevo m'è venuto in mente Shrek ed il povero omino che finisce inzuppato nel latte caldo... fine perfetta per questo tipo di biscotto secondo me!

    RispondiElimina
  24. deliziosi!!! li adoro....adesso si che è Natale!!!

    RispondiElimina
  25. Mi piacciono i dolci sotto Natale speziati e questo con lo zenzero in particolare. Siccome sono cose che piacciono solo a me me li compro pronti per me sola sono pigra ma ho conservato la ricetta.
    Buona serata

    RispondiElimina
  26. Non conoscevo la storia dell'omino pan di zenzero!!! Grazie per averla raccontata :-).
    Posso prenderne uno?!?! ^_^
    Un abbraccio
    W il Natale :-))))

    RispondiElimina
  27. Ciao Alice anche noi in questo periodo "biscottiamo" con gli omini...che bella questa storia, la racconterò ai miei bimbi la prossima volta che mangiamo "Zenzi" ;)!!! Ciao ciao Luisa

    RispondiElimina
  28. sempre attuali e sempre buonissimi!!!!!! Buona giornata carissima! Baci

    RispondiElimina
  29. Non conoscevo questa storia. perfetta da raccontare al mio piccolo, troppo impavido e indifferente al pericolo, forse perchè non sa proprio cosa sia.
    E quest'anno vorrei proprio provarli anch'io i tuoi biscotti.
    Un bacione

    RispondiElimina
  30. saranno un classico.. ma io li trovo sempre adorabili! Non è Natale senza! baciotti

    RispondiElimina
  31. ogni anno mi riprometto di provare a farli chissa' che quest'anno riesca!
    la storia non la conoscevo pero' e' davvero carina anche se aspetterei a raccontarla al mio piccolo visto il finale poco felice:)
    un bacione

    RispondiElimina
  32. Bellissima questa storia, non la conoscevo, e poi i tuoi omini sono proprio quelli che cercavo! Grazieeee
    Domani se riesco a scendere in città, compererò gli stampini e poi mi metterò all'opera.....speriamo in bene!
    Ancora grazie e un bacioneeee
    ciaoooo

    RispondiElimina
  33. Alice sono ancora qui perché ci tenevo a ringraziarti per quello che mi hai scritto ❤️ Ti abbraccio forte!

    RispondiElimina
  34. ma che carini! li avevo fatti un paio di anni fa, poi non li ho più preparati! però sono buonissimi!!;)

    RispondiElimina
  35. Sono ancora indecisa sulla ricetta natalizia da proporre per il blog ma non avendo ancora mai fatto questi omini bellissimi, ammetto di essere moooolto tentata! Mi piace l'idea di disegnare bottoni di tutti i colori e magari fare anche qualche baffo! :D

    RispondiElimina
  36. che bel post, adesso Natale può arrivare ! Un abbraccio e buon we !

    RispondiElimina
  37. quanto sono belli! Io solitamente li ho preparati negli anni scorsi, quest'anno no ma solo per mancanza di tempo, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  38. Ma che meraviglia! Ogni anno mi riprometto di farli, eppoi...
    Però, forse, quest'anno. Intanto mi gusto i tuoi. :-) Un bacio

    RispondiElimina
  39. Non conoscevo la storia, è molto bella!I tuoi biscotti sono deliziosi!
    Un forte abbraccio e buon weekend :))

    RispondiElimina
  40. Anch'io amo molto questi biscottini,sono davvero carini.
    Un abbraccio e tanti auguri a te.

    RispondiElimina
  41. Mi piace questa leggenda, la racconterò lunedì ai miei piccoli allievi, però mi sa tanto che dovrò portare anche gli omini. Deliziosissimi. Salvo la ricetta. Un abbraccio e buon we

    RispondiElimina
  42. Mi piace questa leggenda, la racconterò lunedì ai miei piccoli allievi, però mi sa tanto che dovrò portare anche gli omini. Deliziosissimi. Salvo la ricetta. Un abbraccio e buon we

    RispondiElimina
  43. Io adoro gli omini di pan di zenzero! E i tuoi sono bellissimi!

    un caro saluto

    RispondiElimina
  44. Ma che carini... e che buoni!

    RispondiElimina
  45. Li ho fatti anche io ;) Buoni e simpatici ;) Un bacione cara

    RispondiElimina