2 giugno 2020

Ciambella con fragole frullate


Non smetterò mai di sognare
avrò forza per vincere
coraggio per non mollare
pazienza per persistere.

(Andrew Parker)


Eccoci agli albori di una nuova realtà, complessa, globalizzata, intrecciata, ed in continuo mutamento, che obbliga tutti a diventare tecno-consapevoli, anche i più anziani, per riuscire ad adattarsi ad un prossimo futuro non facile da immaginare, ma sicuramente diverso, nel quale saremo costretti a sopravvivere a varie crisi: economiche, ambientali, sociali e anche politiche. Crisi che per essere evitate, o quantomeno il più possibile arginate, avrebbero bisogno di un maggior pensiero critico e di lungimiranza, ma anche di affermare nuovi valori, come la solidarietà e la collaborazione tra le genti e le nazioni, abolendo il protagonismo individuale nel sociale e in politica. Ma in questo strano prossimo futuro, del quale il covid-19 è il vessillifero, ci saranno purtroppo anche crisi personali di vario tipo. L’atmosfera di abbandono delle nostre città semideserte ci ha fatto male al cuore, per mesi abbiamo convissuto con la paura, sperando e sognando il ritorno del rumore, del traffico, della vita. Ma ora che l’orizzonte sta cambiando, ora è il momento del cauto ottimismo. Il momento della cautela personale che conseguentemente diventa cautela sociale. Il momento di non dimenticare, per non regredire. Il momento di essere generosi con noi stessi, il momento di prendere atto delle nostre sensazioni e delle nostre emozioni, comprese quelle negative. Ora è il momento di concederci tempo. Il tempo di superare tutto questo, riconquistando le nostre libertà, muovendoci con senso di responsabilità negli spazi che tornano ad aprirsi davanti a noi, ma anche assecondando il nostro desiderio di cautela, se questo ci fa sentire più sereni. Come in tutte le cose della vita, laddove c’entrano emozioni e sentimenti, ognuno ha i suoi tempi. Non siamo tutti uguali, caratterialmente ed emotivamente, ognuno di noi ha affrontato questa pandemia ed il conseguente lockdown, con le proprie armi psicologiche e con le stesse, ora, si dovrà affacciare responsabilmente a questa pseudo normalità, che speriamo per tutti si risolva in pochi mesi. Intanto, io cucino e, complice un sabato piovoso e fragole in eccesso da smaltire, ho preparato una ciambella da colazione deliziosamente soffice, ma “senza pezzi di frutta”, così che anche i più piccoli e schizzinosi possano gustarla senza fare storie. Il colore dell’interno, forse è un tantino inquietante, ma ditemi, dalla foto della fetta si intuisce la sofficità? 



Ingredienti

400 gr di fragole
300 gr di farina 00  
80 ml di olio extra vergine di oliva
60 ml di latte fresco
180 gr di zucchero semolato o di canna
3 uova bio
16 gr di lievito per dolci


Procedimento
Pulite, lavate e frullate le fragole, e tenetele da parte. In una ciotola montate i tuorli con lo zucchero, fino ad ottenere una massa chiara e spumosa, poi aggiungete l’olio, il latte e la purea di fragole. Mescolate e poi, con l’ausilio di una frusta a mano, aggiungete poco alla volta la farina setacciata con il lievito. Infine, montate a neve fermissima gli albumi e incorporateli delicatamente al composto, con movimenti lenti dal basso verso l’alto. Versate l'impasto in uno stampo da ciambella ben imburrato e infarinato e cuocete in modalità statica a 150° per 40 minuti. Sfornate e lasciate riposare nella teglia per almeno 15 minuti prima di sformarlo, poi passate la ciambella su una gratella per dolci per farla raffreddare completamente. Gustate in semplicità, oppure con una spolverata di zucchero a velo. Conservata sotto una campana di vetro, rimane sofficissima come appena sfornata per tre giorni...oltre non so!
Buon appetito!




Buona vita
e alla prossima ricetta!





23 commenti:

  1. La sofficità si vede si vede, le fragole effettivamente ai composti cotti no danno un bel colore, hai avuto un ottimo idee in effetti i piccolo sono schizzinosi sui pezzi di frutta. Torniamo alla vita con cautela perchè purtroppo si tratta di un gran brutto virus

    RispondiElimina
  2. Ammetto che questo covid mi ha lasciato profonde cicatrici, in primis perchè mio papà si è ammalato ed ha fatto due mesi di ospedale...è stata dura senza poterlo vedere. Io sono rimasta piena di paure di vario tipo; soffro e spero di superarle, ma non sarà facile, mi sa.
    Il tuo ciambellone è davvero delizioso, semplice e porta il buonumore sulla tavola!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  3. Deliziosa recetta Alice !!! un abbraccio cara!

    RispondiElimina
  4. Buongiorno Ali, in verità non la trovo affatto inquietante, piuttosto molto molto desiderabile, e sì si nota che è soffice, una fettina la proverei sicuramente.
    Per quanto riguarda il discorso in apertura, farò parte di una piccola nicchia di persone, ma a me il traffico e i clacson suonanti non mi sono mancati, ho 'goduto' del silenzio surreale delle nostre città, capoluoghi, paesi....il suono della natura che puntualmente faceva capolino la mattina e la sera all'imbrunire, un silenzio che a mio avviso parlava moltissimo. La libertà di non uscire, sì, quella l'ho accusata in parte, ma credimi, era tanta la paura che non ho 'sofferto' a rimanere in casa, a godermi della mia famiglia, dei miei spazi, delle mie cose guardate sempre con tanta, troppa fretta prima. Certo è che qualcosa è cambiato dentro di me, parlo per me, perché ho visto in giro tanta gente che probabilmente non ha capito nulla di quanto capitato, visto le inottemperanza delle semplici regole da seguire...sorvoliamo va, e godiamoci questa ciambella super.

    RispondiElimina
  5. Morbida e umida la tua ciambella, decisamente golosa 😋

    RispondiElimina
  6. Una coccola golosa, ti abbraccio cara!

    RispondiElimina
  7. Che bellezza questa ciambella!!! mi piace l'idea delle fragole frullate!!! Per il resto.. boh.. io mi sento tanto strana.. questo Covid ha lasciato straschichi in ognuno di noi! Spero di tornare presto alla normalità.. Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Que rico con fresas :-))))

    RispondiElimina
  9. Si speriamo davvero che tutto si risolva in pochi mesi. Beata te che hai fragole da smaltire, a casa mia durano un secondo, ti giri e non le trovi più ;-) sai che amo i cimabelloni casalinghi e genuini, e questo è propri come piace a me

    RispondiElimina
  10. io mi sento frastornata, spaventata, confusa...non so neanch'io dire bene come. di sicuro ancora non riesco a riprendere le passeggiate e continuo a uscire solo per fare la spesa una volta a settimana. mi rendo conto che non potrò andare avanti per sempre così e le paure si superano affrontandole ma per adesso è stato già un grosso sforzo andare dalla parrucchiera...per disperazione...dei miei capelli :)))
    che bella idea questa ciambella, profuma di buono. un bacione, buona settimana

    RispondiElimina
  11. La ciambella è favolosa anche per la scelta attenta degli ingredienti! Bravissima cara, prendo una fetta e aspetto con pazienza di poterla gustare in compagnia:) Ciao, baci da Rosa

    RispondiElimina
  12. Ho provato anche io a frullare le fragole all'interno di un dolce e in effetti il colore lascia un pò perplessi ma come si assaggia, si resta incantati dal sapore e dal profumo delle fragole. Come non condividere il tuo pensiero Alice? Già ho visto la nostra Milano deserta ed è una vista che lascia perplessi ma vedere san Pietro o la fontana di Trevi altrettanto deserti ti lascia dentro un senso di vuoto e di sconforto ... Dobbiamo adattarci, dobbiamo abituarci a questa nuova realtà, consapevoli che ora dipende solo da noi, dai nostri comportamenti, almeno fino a quando non avremo un vaccino. E si può fare, basta un pò di responsabilità e rispetto delle regole. Cose non sempre così ovvie ... un abbraccio e buona giornata

    RispondiElimina
  13. La tua analisi è attenta e precisa. Io in tutta sincerità non riesco a vedere il futuro ancora. Dimenticheremo presto e torneremo alla nostra vita come se niente fosse successo? oppure vivremo guardinghi, osservandoci l'un l'altro sempre con il timore che possa capitare di nuovo e anche a noi? Questa pandemia ci ha scosso tutti, ci ha fatto scoprire che nulla è scontato e che tutto può accadere. Purtroppo a rimetterci son state le persone più deboli e questa la trovo un'ingiustizia immensa. Però ora voglio concentrarmi sulla tua ciambella: si vede che è soffice, la consistenza ricorda quella del banana bread. Il sapore di fragola dev'essere fantastico! Mi piace tanto! un abbraccio

    RispondiElimina
  14. Ma certo Alice è sofficissssssima! E speriamo di essere tutti molto responsabili così dimenticheremo più in fretta, un abbraccio :)

    RispondiElimina
  15. Vedo che l'interno delle fette di ciambella sembra molto morbido ..., queste ciambelle devono avere un sapore davvero buono. Grazie per la tua interessante recensione.
    Saluti dall'Indonesia.

    RispondiElimina
  16. Essere responsabili è una priorit... favoloso dolce da provare. Buona giornata un abbraccio.

    RispondiElimina
  17. davvero golosa e super soffice!! adoro le fragole :)) grazie per le dritte!

    RispondiElimina
  18. Me la immagino umida e profumata questa ciambella. Deve essere una vera delizia.

    RispondiElimina
  19. E' deliziosa Alice, si vede che è soffice! Quanto al post, io sono tra quelle persone che sono molto confuse.. ho ancora bisogno di tempo per capire come ritrovare una forma di normalità. Ti abbraccio forte

    RispondiElimina
  20. Io ci provo ad essere ottimista e mi auguro si capisca che non è tutto finito ..
    intanto continuo a pasticciare e a godere alla vista di ottime ricette come questa!
    un abbraccio

    RispondiElimina
  21. Faccio fatica a tornare a vivere serena come prima..quelle cose che erano "normali" adesso sembrano montagne insormontabili :-( mi ha segnata molto questo periodo e mi ci vorrà tempo. Intanto la cosa importante è non abbassare troppo la guardia..anche se vedo in giro situazioni ben discutibili..
    Meglio rifugiarci in cucina, dove tutto è pieno di profumi e calore, dove tutto sembra avere sempre il suo senso.
    Ottima ricetta, perfetta per sfruttare al meglio le ultime succose fragole ^_^

    RispondiElimina
  22. Alice, devo confessare di essere un po' inquietata dal Covid e da questa nuova realtà, che non so ancora bene come gestire. Sono cauta io. Evito luoghi affollati, indosso mascherina e non abbraccio più nessuno... Spero che presto tutto questo sarà solo un brutto ricordo, ma razionalmente credo che dovremmo imparare a convivere per un po' con questo nuovo "ospite" sconosciuto.
    Per quanto riguarda la tua torta, io la trovo fantastica e dalla fetta di capisce perfettamente quanto sia soffice e umida! Mi piace tantissimo!
    Baci,
    Mary

    RispondiElimina