19 maggio 2020

Crostata con confettura di frutti di bosco ... con la frolla più facile del mondo e senza burro !


Il futuro è molto aperto
e dipende da noi, da noi tutti
Dipende da ciò che voi e io
e molti altri uomini fanno e faranno
oggi, domani e dopodomani. 
E quello che noi facciamo e faremo 
dipende a sua volta dal nostro pensiero
e dai nostri desideri, dalle nostre speranze
e dai nostri timori. 
Dipende da come vediamo il mondo
e da come valutiamo 
le possibilità del futuro che sono aperte.

(Karl Popper)


Mi manca la mia vita … mi manca tutto, tutto quello che era normalità, dalle passeggiate in serenità tra il vociare allegro dei bimbi, alle cene al ristorante con mio marito, dalle serate a teatro alle visite ai musei, dallo shopping con mia figlia all'aperitivo con le amiche, per non parlare dei viaggi … riflettendoci, non mi interessa più di tanto questa riottenuta “libertà” di muovermi ed incontrare, quando quello che realmente mi manca è la serenità con cui vivevo prima le mie giornate. Serenità che, per ora, verrà inevitabilmente sostituita dall'ansia e dalla diffidenza …. E poi mi mancano gli abbracci, le strette di mano, salutarsi con un bacio, le chiacchiere il sabato mattina al mercato,  i sorrisi dei passanti, le tavolate stretti stretti a ridere e a scherzare con gli amici … Sono italiana e noi, per natura, indole e cultura, siamo portati ad abbracciare, toccare, stringere gli altri, siamo  abituati a vivere lo spazio in maniera ravvicinata ... questo virus ci obbliga a snaturarci e sarà dura abituarsi. Quanto sarà strano sfuggire ad un abbraccio o ad una semplice stretta di mano, e come spiegheremo ai nostri bimbi che non dovranno abbracciarsi con i loro coetanei all'asilo o scambiarsi giochi o darsi baci. Non mi spaventa l’oggi, ora siamo tutti proiettati ad uscire e a reagire, e abbiamo la guardia alta, ma dopo questi mesi di isolamento sociale forzato, che ha indubbiamente impattato in maniera molto forte sia emotivamente che psicologicamente sul nostro tessuto familiare, sociale e lavorativo, essendo di fatto già tanto provati, come reagiremo a lungo termine? Cosa succederà tra due mesi e se dovessero diventare quattro o sei? Quanti di noi abbasseranno la guardia? … Il futuro incerto rende i miei pensieri cupi e quando questo accade, mi rifugio in cucina ed in mezzo a tante incertezze ho scelto di infornare una certezza, il più classico dei classici tra i dolci, una crostata farcita con semplice confettura. Ma con una pasta frolla all'olio facilissima da fare, velocissima, che non ha bisogno di riposo in frigorifero, di una friabilità unica. Una frolla versatilissima con cui potrete realizzare tantissime ricette golose!



Ingredienti
per uno stampo da 20 cm

250 gr di farina di farro macinata a pietra 
1 uovo e 1 tuorlo bio (a temperatura ambiente)
100 gr di zucchero semolato
80 ml di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di lievito per dolci
aromi a piacere

Inoltre 
confettura  biologica ai frutti di bosco 


Procedimento
In una ciotola unite lo zucchero, l'olio, l'uovo intero ed il tuorlo. Mescolate con una forchetta, unite man mano la farina e il lievito fino a quando inizia a formarsi l'impasto. Passate ora l’impasto sul piano da lavoro e lavoratelo fino ad ottenere un composto elastico ed omogeneo. Ci vorranno pochi minuti. A secondo della farina che userete potreste avere bisogno di qualche grammo in più (ad esempio per una farina 00 da super potrebbero occorrere 270/280 gr). Questo tipo di frolla non ha bisogno di riposo in frigo, quindi, non appena finito di impastare potrete subito procedere a stendere la vostra frolla. Sarà perfetta sia per fare dei biscotti, che per una crostata. Con questa dose io ho fatto la crostata della foto e qualche biscotto.
Biscotti – Stendete ad uno spessore di circa 4-5 mm, tagliateli con la formina che preferite ed infornateli su una placca rivestita di carta forno a 180° statico utilizzando il ripiano centrale del forno per circa 10-12 minuti fino a leggera doratura. Sfornate i biscotti, fateli raffreddare nella teglia e poi su una gratella. Mi raccomando di non cuocere troppo la frolla ne perderebbe di friabilità, quindi dorati non scuri.
Crostata cottura in bianco - Stendete l'impasto e rivestite con la frolla uno stampo per crostata, precedentemente oliato o rivestito di carta forno, bucherellate la base con i rebbi di una forchetta, poi ricoprite con altra carta forno e riempite con dei pesi (vanno bene anche i legumi secchi) cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti (una tacca più in basso della metà). Togliete la carta forno con i pesi e continuate la cottura in bianco per altri 10 minuti nel ripiano centrale del forno. Il fondo deve essere bello dorato. Sfornate e fate raffreddare. Una volta fredda farcite con crema pasticciera e decorate con frutta fresca oppure per la gioia dei più piccoli  con crema spalmabile al cioccolato. Appoggiandoci sopra a guarnire qualche biscotto fatto con la stessa frolla.
Crostata farcita (come in foto) - Dopo aver steso l'impasto, rivestite con la pasta frolla lo stampo per crostata precedentemente oliato ( io uso quelli con fondo amovibile e olio solo il bordo, il fondo lo rivesto con carta forno). Farcite con confettura a piacere. Poi stendete la restante frolla e ricavate delle strisce, disponetele sulla crostata seguendo la vostra fantasia. Mettete in frigo mentre il forno raggiunge la temperatura. Cuocete in forno preriscaldato a 180° statico per 35-40 minuti fino a quando è dorata. Io sono solita cuocere le crostate una tacca più in basso della metà  del forno. Rimane perfetta conservata sotto la classica campana per 4-5 giorni. 
Buon appetito!




Buona vita
e alla prossima ricetta!




29 commenti:

  1. Cara Alice, se anche ho appena cenato, un pezzo lo prenderei molto volentieri!!!
    Ciao e buona domenica con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  2. Ottima,viene voglia di allungare la mano e prenderne una fetta.Anche a me manca soprattutto la serenità.Buon inizio settimana.Paola

    RispondiElimina
  3. Molto bella la tua frolla senza burro....è proprio da provare!!!!
    un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
  4. Io ormai faccio la frolla all'olio da una vita.. la trovo buonissima.. come appunto la tua crostata! Ottima la confettura.. smack e buon lunedì :-*

    RispondiElimina
  5. ps: ho tutti i tuoi stessi timori.. anche a me manca la mia vita.. questa "libertà" a me fondamentalmente non cambia nulla.. perché nulla è come prima e ciò che è adesso non mi piace.. non mi ci trovo.. anche se dovrò abituarmi.. vabbè

    RispondiElimina
  6. Buongiorno😊che bella la tua crostata di mangia con gli occhi!
    Sai anche a me manca tanto la libertà di poter fare piccole cose come si facevano prima di questo virus ...pensa che io sorrido mentre saluto con la mascherina sul volto e poi mi rendo conto che lei copre il mio sorriso 😞 e così anche il sorriso delle altre persone
    È una situazione a cui ci dovremmo.piano piano abituare e poi diventerà la normalità purtroppo

    RispondiElimina
  7. Sì, mi ritrovo nelle tue parole. A me mancano i sorrisi, per strada...per carità, magari si percepiscono anche dallo stringersi degli occhi...è quasi come se fossimo dei cartonati, tipo quelli del poligono di tiro, in cui le sagome sfilano a distanza fissa senza espressività.
    Il futuro spaventa molto anche me ma, come per altre preoccupazioni che hanno reso ancora + cupo questo mio 2020, cerco di andare per gradi, di affrontare una cosa alla volta evitando di pensare a tutto l'insieme. Quando, però, non ci riesco...metto anch'io le mani in pasta! ;-)
    Bellissima questa crostata e questa frolla? Dev'essere una bontà!
    Un abbraccio

    RispondiElimina
  8. Io credo che piano piano tornerà anche la serenità- E saranno i giovani a farcela tornare perchè vedo che loro ce l'hanno già. Anche io faccio oramai quasi sempre la frolla con l'olio, è davvero molto comoda e buonissima

    RispondiElimina
  9. Magnifica questa crostata da provare😍
    Ti auguro una buona settimana sperando che pian piano ci torni un po' di serenità😘

    RispondiElimina
  10. La frolla all’olio ha il suo perché, molto bella la tua cristata 👏👏👏

    RispondiElimina
  11. Se ve muy bien por fuera y por dentro.
    1 saludito

    RispondiElimina
  12. ha un aspetto molto invitante, bella sostenuta e con quella confettura chissà che profumo!

    RispondiElimina
  13. Io non amo per nulla l'olio nei dolci, eccezion fatta per la chiffon. Però ho riscoperto la frolla all'olio grazie alla figlia di una mia amica diventata intollerante ai latticini.Io non ti nascondo che questo periodi di quarantena l'ho vissuto bene e anche se la ripresa non mi ha restituito la vita di prima me la sto vivendo bene. E' un passaggio anche questo. Tutto evolve e muta.

    RispondiElimina
  14. Bellissimo blog, nuova follower!

    RispondiElimina
  15. Che buona questa crostata, la frolla all'olio non l'ho mai provata ...rimedierò! Un abbraccio cara

    RispondiElimina
  16. La crostata è sempre la crostata... Ottima cara, che voglia!!!!

    RispondiElimina
  17. Qui mi tenti non sai quanto :-) potrei mangiarne meta di quella torta ahahahahah che buonaaaaa!

    RispondiElimina
  18. Come non condividere i tuoi pensieri e le tue ansie? Sono perfettamente daccordo con te. Viviamo giorno per giorno, sperando di riuscire a non abbassare la guardia e che arrivi il più presto possibile il vaccino o una cura adeguata. Non possiamo fare altro. Golosissima e veloce la tua crostata, oltre che molto bella.

    RispondiElimina
  19. Molto interessante la tua versione di frolla, una gran crostata

    RispondiElimina
  20. Meglio non pensarci e cucincarci su, mantenendo sempre un atteggiamento responsabile quando siamo fuori dalle nostre cucine. Bella questa frolla non avrei creduto fosse senza burro a guardarla

    RispondiElimina
  21. Adoro crostata y frutti del bosco ! delizioso !! xo

    RispondiElimina
  22. Ciao Alice, devo proprio provarla la frolla all'olio, non l'ho mai fatta. Quanto alla vita di adesso.. ammetto che per ora non ho molta voglia di ricominciare una vita 'quasi' normale, sto riprendendo molto lentamente. BACI

    RispondiElimina
  23. Buonaaaa prendo pezzo da qui. Buona serata.

    RispondiElimina
  24. La frolla all'olio d'oliva extravergine e una bontà! Le riflessioni invece sono le stesse...

    RispondiElimina
  25. Si mangia con gli occhi! Tutta la bontà dei dolci semplici e genuini. Anche io ormai la frolla al burro la faccio raramente, preferisco sempre quella "sprint" all'olio. Sì purtroppo la serenità manca anche qui anche se si cerca di riempire le giornate con una "surreale" normalità ma, almeno per il mio carattere, l'ansia e la diffidenza sono sempre alla porta. Un bacio

    RispondiElimina
  26. Faccio sempre la frolla all'olio, è versatile e buona. Condivido i tuoi pensieri e aspiro a quella semplice normalità quotidiana che oggi mi sembra un miracolo. Ciao

    RispondiElimina
  27. Stupenda la tua crostata Alice, veramente perfetta! Buon weekend!
    Un abbraccio,
    Mary

    RispondiElimina
  28. Vivo le tue stesse emozioni. Non riesco a vivere serena e la normalità mi sembra un lontano ricordo. Spiegarlo ad un bimbo di nemmeno 2 anni è impensabile. Doverlo trattenere dal volersi avvicinare ad un coetaneo o guardare il parco giochi con le lacrime agli occhi, è straziante.
    Anch'io trovo conforto nella cucina, questa crostata è una vera gioia per gli occhi...e immagino anche per il palato!

    RispondiElimina