15 settembre 2020

Quadrotti latte e miele


L’unica gioia al mondo è cominciare

È bello vivere, perché vivere è cominciare

Sempre ad ogni istante

(Cesare Pavese)


Bentornati a voi sulle pagine di questo blog, pieno di buon cibo, di chiacchiere, ma anche di sfoghi, a volte personali, a volte di costume, politici e di vita e un augurio a tutti noi per questa nuova e importante ripresa. Dalla prossima settimana tutto ricomincia davvero. Le scuole riaprono, gli uffici ritornano in presenza, i trasporti pubblici si riaffolleranno insomma ….io speriamo che me la cavo! Ed il mio pensiero più affettuoso va proprio agli alunni e agli insegnanti di ogni scuola di ordine e grado. Perché, mai come questo settembre, la riapertura delle scuole ha una valenza molto particolare. Nella nostra comprensibile ricerca di una ritrovata “normalità” non possiamo dimenticare che in realtà tutto è cambiato e nulla sarà più come prima, almeno per un bel po' di tempo. E anche la scuola non sarà come i nostri ragazzi l’hanno vissuta fino allo scorso anno, e questo credo sia il compito più delicato che attende gli insegnanti. Reinventarsi e reinventare una nuova scuola. Perché a parte i famosi banchi, le mascherine, i percorsi segnalati, il medico scolastico, gli scuola bus, le aule, i lavoratori “fragili” e i test sierologici, ci sono gli alunni e le alunne di ogni età, che finalmente tornano a scuola carichi di ansie e di nuove esperienze, a volte anche dure, ma anche pieni di attese, di speranze e di gioia di vivere. Tra la confusione logistica, le ansie dei genitori e la voglia di ricominciare dei ragazzi e delle ragazze, nei casi dei più grandi a volte anche con un pò troppa spavalderia,  agli  insegnanti spetta l’arduo compito di riuscire a coniugare sicurezza e didattica,  recuperare il valore della presenza nella relazione educativa e trovare la giusta  progettualità educativa nella straordinarietà. Perché nulla di questo presente è normale. Occuparsi solo della parte “sanitaria” di questo rientro sarebbe come fingere che nulla di imprevedibilmente sconvolgente abbia brutalmente interrotto e scombussolato la “normalità” scolastica dei nostri figli o dei nostri nipoti. Fingere che nulla sia successo sul piano umano, sociale e pedagogico, è il principale rischio per chi si occupa di questo speciale rientro a scuola. Un rientro che tutti vogliamo e auspichiamo il più positivo possibile. In quest’epoca che stiamo vivendo, straordinaria nel bene e nel male, in cui tutti navighiamo a vista, privi di certezze, dobbiamo imparare a pensare insieme alle rotte da seguire, come evitare i rischi, come cercare il vento giusto. Come costruire insieme un progetto per il futuro. E quando si parla di ricominciare, la prima spinta giusta è la colazione del mattino che deve necessariamente essere sana, golosa e strasoffice, e allora che ne dite di provate i miei quadrotti latte e miele?

Ingredienti

Per uno stampo quadrato 20x20 

120 ml di latte fresco 

60 gr di burro

100 gr di farina 00

65 g di farina di farro 

6 gr di lievito per dolci

100 g di zucchero semolato 

3 uova  bio

50 ml  di miele di acacia


Procedimento

In un bricco, mettete a scaldare il latte con il burro a pezzetti, dovrete portarlo quasi alla prima ebollizione.  Spegnate il gas e sciogliete il miele nel latte e burro e  lasciate da parte. Montate, nel robot da cucina o in planetaria, le uova con lo zucchero fino a quando il vostro composto non sarà triplicato di volume, chiaro e molto spumoso. Trasferite la massa montata in una ciotola ed iniziate ad incorporare, con l’ausilio di una spatola in silicone, le farine che avrete precedentemente setacciato con il lievito. Versatene poco alla volta, mescolando, con movimenti lenti e ampi, dal basso verso l’alto. Quando avrete incorporato tutta la farina, riaccendete la fiamma sotto il latte e scaldatelo, ricordate che non deve essere bollente. Iniziate ad  aggiungere il latte al composto, versandone poco per volta, lasciandolo cadere dai bordi della ciotola, mescolate delicatamente, sempre con l’aiuto della spatola, con movimenti ampi e lenti dal basso verso l’alto. Imburrate ed infarinate lo stampo (se non lo avete quadrato potrete usarne uno da 23 cm di diametro) e versate il composto. Fate cuocere in forno statico a 175° per 30 minuti. Raffreddate la torta su  una gratella per dolci, tagliatela a cubbotti e spolverate di zucchero a velo. Conservate sotto la classica campana di vetro.

Buon appetito!



Buona vita 

e alla prossima ricetta!





18 commenti:

  1. Si, domani sarà il rientro a scuola per moltissimi bambini, ragazzi e insegnanti. Hai detto tutte cose che condivido e speriamo davvero di riuscire a superare questo momento con responsabilità e rispetto. Prendo un Trancetto di questa delizia e ti auguro buona domenica

    RispondiElimina
  2. Un'ottima scelta per questa nuova ripartenza.
    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  3. Belli e golosi questi quadrotti, sicuramente da provare. Una serena settimana.

    RispondiElimina
  4. Ciao Alice, ben ritrovata 🤗 questi quadrotti così soffici sono perfetti! Un abbraccio e buona settimana

    RispondiElimina
  5. I miei bimbi sono tornati qualche ora fa a casa, impatto positivo.. tante le preoccupazioni, ma con la collaborazione di tutti ce la faremo. Questa torta è una delizia, ne prendo anche io un trancetto per questo dopo pranzo :)

    RispondiElimina
  6. Molto golosi questi quadrotti😋😋😋buona settimana💖

    RispondiElimina
  7. Noi abbiamo ripreso la scorsa settimana e ti confesso che questa parvenza di "normalità" ci sta facendo bene. Le attenzioni sono tante ma voglio viverle (e farle vivere al mio piccolo) con serenità.
    Ottima la tua proposta per la colazione, assolutamente da provare ^_^
    Buon lunedì <3

    RispondiElimina
  8. Che bello, ben tornata Alice. Io riprenderò mercoledì, sono un po' preoccupata ma anche entusiasta di rientrare. Speriamo che vada tutto bene. Questi quadrotti sembrano davvero soffici soffici. Anche io faccio la torta al latte caldo ma non ho mai provato ad aggiungere il miele

    RispondiElimina
  9. la sofficità in persona! Più che golosi coccolosi i tuoi quadtrotti. Incrociamo le dita. Io ho una ancora settimana prima di mandare tutti a scuola e farmi salire l'ansia del cosa mi porteranno a casa...

    RispondiElimina
  10. Bellisimo e delizioso Alice, un abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ma sono da fare questi quadrotti.. li vedo proprio belli soffici.. da inzuppo e non solo! baciotti e bentornata!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Una grande gioia questi quadrotti di semplicità e bonta

    RispondiElimina
  13. Cara Alice, sono ritornato per gustare le tue buone specialità!!!
    Ciao con un forte abbraccio e un sorriso:-)
    Tomaso

    RispondiElimina
  14. Che dolce coccola questi quadrotti. Amo il profumo del miele nei dolci 😋 Un bacione tesoro, bentornata 🤩

    RispondiElimina
  15. Voglio essere positiva, come lo sono i ragazzi con cui ho parlato. Spero che tutto proceda nel verso giusto, nonostante le incognite che comprensibilmente ci accompagneranno in questi mesi. La mia "bimba", quinta liceo scientifico, merita un fine percorso sereno... lo auguro a tutti gli studenti ed agli insegnanti.
    Deliziosi i tuoi quadrotti, ne mangerei volentieri uno, anche due!!
    Un abbraccio, buon pomeriggio!

    RispondiElimina
  16. Condivido i tuoi pensieri Alice e spero davvero che si possa tornare a respirare un minimo di normalità e che i bambini e ragazzi tornino ad avere un punto di riferimento nella scuola e negli insegnanti.
    I tuoi quadrotti sono favolosi cara, di sicuro aiutano in questo periodo così particolare!
    Un bacio,
    Mary

    RispondiElimina