8 novembre 2021

Pan brioche alla panna ... sofficissimo


Dove si crea un'opera, dove si continua un sogno

si pianta un albero, si partorisce un bimbo

là opera la vita e si è aperta una breccia 

nell'oscurità del tempo

(Herman Hesse)


Ogni volta che impasto un lievitato, seguendo i suoi tempi lunghi, lo manipolo, lo formo, lo osservo crescere e poi infine lo sforno ...mi sembra sempre di trovarmi di fronte ad una piccola magia. Amo questi tipi di impasti, particolarmente nella loro versione dolce, protagonisti perfetti per la tavola della colazione, dei veri e propri confort food che rendono speciale l’inizio di ogni giornata. La colazione è sicuramente il mio pasto preferito. Preferisco alzarmi dieci minuti prima, ma non riesco a rinunciare a questo momento, mi piace godermela con calma nella mia cucina, o in veranda quando il tempo lo permette. Ho i miei piccoli riti, dall’apparecchiatura della tavola, al tipo di thè, passando per la scelta della tazza che segue l’umore del momento. A proposito di tazze o meglio di mug, ma voi quante ne avete? Io decisamente troppe, e seguito a comprarle … le adoro! 

Ingredienti

150 gr di farina 00

170 gr di farina manitoba

1 uovo bio

80 ml di latte fresco

100 ml di panna fresca

40 gr di zucchero semolato

3 gr di lievito di birra disidratato

5 gr di sale fino

estratto di vaniglia 

Inoltre

Latte per spennellare

25 gr di zucchero semolato

25 ml di acqua di rubinetto


Procedimento

Prima di iniziare ricordate che tutti gli ingredienti dovranno necessariamente essere a temperatura ambiente; quindi, pesate il latte e la panna necessari e teneteli fuori dal frigorifero per circa 30 minuti. Inserite nella ciotola della planetaria con il gancio a foglia le farine setacciate con il lievito e lo zucchero, mescolate e poi aggiungete l’uovo leggermente battuto, la panna con 50 ml di latte.  Avviate la macchina a velocità bassa fino a far amalgamare sommariamente gli ingredienti; quindi, unite gli altri 30 ml di latte e il sale, passate a lavorare con il gancio ad uncino e portate l’impasto ad incordatura a velocità media. Quando l’impasto sarà liscio, compatto e si staccherà completamente dalla ciotola avvolgendosi intorno al gancio sarà pronto. A questo punto, coprite la ciotola della planetaria con della pellicola e lasciate lievitare al caldo fino al raddoppio circa un paio di ore. Trascorso questo tempo, trasferite l’impasto sulla spianatoia leggermente infarinata, allargatelo delicatamente con le mani dandogli una forma regolare poi, con un tarocco, dividetelo in sei parti uguali. Con ogni pezzo formate una pallina, arrotolando e roteando l'impasto fino ad ottenere una sfera. Una volta formate tutte le palline, lasciatele riposare sulla tavola, coperte con della plastica per alimenti, per circa 20 minuti. Nel frattempo, imburrate uno stampo da plum cake, ricoprite il fondo con della carta forno e posizionategli sopra a croce un’altra striscia di carta (questo incrocio vi sarà utile per sformare la brioche). Riprendete le palline e stendetene una alla volta con l’ausilio di un piccolo mattarello, cercate di dare ad ogni pezzo una forma rettangolare, poi richiudete i due lati lunghi verso il centro, sovrapponendoli, quindi ripassate il mattarello seguitando a stendere la pasta allungandola nuovamente a rettangolo, infine arrotolatela su sé stessa. Una volta che tutti e sei i rotolini saranno pronti posizionateli dentro lo stampo uno accanto all’altro. Coprite con della plastica per alimenti e lasciate lievitare per circa 1 ora o comunque fino al raddoppio. Spennellate la brioche con un po’ di latte e cuocetela nel forno caldo in modalità statico a 180°C per circa 25 minuti. 

Poco prima di sfornare preparate uno sciroppo sciogliendo sul gas 25 gr di zucchero semolato in 25 ml di acqua. Appena sfornata togliete la brioche dallo stampo, posizionatela su una griglia e spennellatela immediatamente con lo sciroppo di acqua e zucchero. Lasciatela raffreddare completamente prima di gustarla. E ottima al naturale, ma divina con un velo di marmellata o di crema di nocciole. Si conserva sotto la classica campana di vetro o in una scatola porta dolci. Il giorno dopo è ancora ottima al naturale, successivamente vi consiglio di passarla qualche minuto in forno, ma con l’accortezza di incartarla con dell’alluminio, così che il calore del forno non pregiudichi la sua sofficità. Buon appetito!



Buona vita

e alla prossima ricetta !




9 commenti:

  1. Ciao Alice! Sono esattamente come te: preferisco alzarmi 10 minuti prima e godermi il momento della colazione con la dovuta calma che non farla in fretta e furia e men che meno saltarla. I lievitati sono assolutamente magici, hai ragione. E la soddisfazione nello sfornarli, nel vedere la loro trasformazione?!? Sempre commovente!
    Bellissimo questo pan brioche alla panna. Si intuisce già dalle foto che è sofficissimo :-).
    Un grande abbraccio e buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  2. Una nuvola questa brioche, molto invitante. Il mio pensiero è esattamente come il tuo, non rinuncio mai alla mia colazione. Anche adesso che la mia nipotina arriva alle 7.30 del mattino, io mi sveglio per tempo per fare tutto con calma.

    RispondiElimina
  3. Che magnifica visione cara, sofficissimo e tanto invitante, grazie della condivisione!!!

    RispondiElimina
  4. Credevo fossi l'unica ad alzarmi prima per avere tempo per la mia colazione che considero un rito irrinunciabile!
    Questo pan briosche è una nuvola, stupendo ^_^
    Bravissima!

    RispondiElimina
  5. anche io decisamente troppe però continuo a comprarne ;-) Questa brioche sembra proprio una nuvola. Io non rinuncerei mai alla colazione, neanche sotto tortura 😂

    RispondiElimina
  6. Ti capisco perfettamente e condivido questi tempi lunghi e lenti sia della produzione di un lievitato che del primo pasto della giornata!
    Perfetto questo pan brioche per iniziare con il piede giusto ^_^
    Buona domenica Alice <3

    RispondiElimina
  7. Ma questo pan brioche è davvero spettacolare Alice, una nuvola di dolcezza e bontà, sei davvero bravissima. E complimenti anche per le foto, bellissime e candide come il protagonista della ricetta!

    RispondiElimina
  8. La colazione è uno dei momenti più piacevoli della giornata, soprattutto se in tavola è pronta una vera delizia come questo pan brioche. Davvero magnifico, Alice!
    Un caro salutò,
    MG

    RispondiElimina
  9. La colazione è uno dei momenti più piacevoli della giornata, soprattutto se in tavola è pronta una vera delizia come questo pan brioche. Davvero magnifico, Alice!
    Un caro salutò,
    MG

    RispondiElimina