13 settembre 2021

Crostata con frolla all’olio e confettura di mirtilli homemade


Adoro i boschi

calmano le mie tempeste

lasciandomi la pace negli occhi.

(Fabrizio Caramagna)


Passeggiare per il bosco con un cestino di vimini alla ricerca di more e mirtilli mi fa tornare bambina, quando la nonna mi dava il compito di uscire con il nonno e tornare con un bel raccolto così da poter preparare tanti barattoli di confettura. Ricordo che ne raccoglievo tanti … ma ne arrivavano a destinazione sempre pochi! Non posso mangiare questi frutti deliziosi senza ripensare a lei, alla sua chioma grigia raccolta in un elegante chignon, alla sua grande cucina di campagna sempre piena di profumi sublimi, quanto amore in ogni suo gesto e quanta tenerezza per noi bambini. Amo ancora passeggiare nei boschi, lo trovo rilassante e rigenerante, e ancora mi diverto quando decido di fare scorte dei miei frutti di bosco preferiti more e mirtilli! Frutti preziosi che ci regala l’Appennino alla fine dell’Estate, quando le piante restituiscono tutto il calore raccolto dal sole nei mesi precedenti e le bacche lucide fanno capolino sotto le foglie. I frutti di bosco oltre ad essere deliziosi, sono anche ricchi di vitamina C e di antiossidanti. I mirtilli, inoltre, sono termoresistenti e questo permette di non disperderne le vitamine e le proprietà durante la cottura, quindi risultano perfetti per trasformarli in una confettura speciale, semplice da realizzare e con solo tre ingredienti. 

Ingredienti

Per la frolla

250 g di farina di farro macinata a pietra 

1 uovo e 1 tuorlo bio (a temperatura ambiente)

100 g di zucchero semolato

80 ml di olio extravergine di oliva

1 cucchiaino di lievito per dolci

aromi a piacere

Per la confettura

1 kg di mirtilli freschi

500 gr di zucchero semolato

1 limone 

Procedimento

Per la confettura – Lavate sotto l’acqua corrente i mirtilli molto delicatamente, poi scolateli ben bene e trasferiteli per asciugarli su carta assorbente o su un telo da cucina. Una volta asciutti metteteli in una pentola di acciaio bassa e larga, dal fondo spesso, aggiungere lo zucchero, il succo di limone e un pochino della sua buccia grattugiata. Mescolate delicatamente, coprite e lasciate insaporire per tre ore circa. Trascorso questo tempo ponete la pentola sul fuoco e cuocete a fuoco moderato per circa 40 minuti, mescolando spesso ed eliminando man mano, con una paletta forata, la schiuma che si forma in superficie.  La confettura sarà pronta quando risulterà densa e corposa. Per controllare la cottura usate la prova del piattino: mettete, cioè, un cucchiaino di confettura calda su una superficie di ceramica fredda di frigo. Inclinando il piattino in verticale il composto non deve scivolare subito via, ma muoversi lentamente. Versate la confettura ancora calda nei vasetti sterilizzati, chiudete ermeticamente, capovolgete i vasetti e fate raffreddare completamente. Una volta freddi sistemate i vasetti in un pentola contrastandoli con dei canovacci da cucina, riempite la pentola con acqua fredda, portatela a bollore e da quando inizia a bollire calcolate 30 minuti. Poi spegnete il gas e lasciate raffreddare i barattoli nella pentola. Quando saranno ben freddi potrete conservarli in dispensa. Una volta aperto il vasetto di confettura va conservato in frigorifero e consumato entro 10 giorni circa. 

Per la frolla - In una ciotola unite lo zucchero, l'olio, l'uovo intero ed il tuorlo. Mescolate con una forchetta, unite man mano la farina e il lievito fino a quando inizia a formarsi l'impasto. Passate ora l’impasto sul piano da lavoro e lavoratelo fino ad ottenere un composto elastico ed omogeneo. A secondo della farina che userete potreste averne bisogno di un pochino di più (ad esempio per una farina 00 da super di solito ne occorrono 270/280 gr). Questo tipo di frolla non ha bisogno di riposo in frigo, quindi potete stenderla subito. 

Assemblaggio e cottura – Stendete la pasta frolla ad uno spessore di circa 4 mm e adagiatela nello stampo per crostata precedentemente oliato (io uso quelli con fondo amovibile e olio solo il bordo, mentre il fondo lo rivesto con carta forno). Fate in modo che la frolla aderisca perfettamente alle pareti dello stampo e bucherellate il fondo con i rebbi di una forchetta. Farcite con uno strato abbondante di confettura, livellandola con il dorso di un cucchiaio. Stendete la restante frolla per ricavarne delle strisce con cui guarnirete la superfice della vostra crostata. Mettete in frigo la crostata a riposare mentre il forno raggiunge la temperatura. Cuocere in forno preriscaldato a 180° statico per 35-40 minuti. Io sono solita cuocere le crostate una tacca più in basso della metà del forno. Si conserva perfettamente per vari giorni sotto la classica campana di vetro. Buon appetito! 


Buona vita 

e alla prossima ricetta!




12 commenti:

  1. Che bei ricordi :-).
    Deliziosa questa crostata con confettura di mirtilli. Ne prendo una fetta! :-)
    Un grande abbraccio e buon inizio di settimana

    RispondiElimina
  2. Ottima la frolla all'olio per la crostata, la preferisco a quella tradizionale, brava!!!!

    RispondiElimina
  3. Faccio anche io la frolla all'olio ormai da secoli.. Buonissima la tua con quella confettura :-PPPP baciotti

    RispondiElimina
  4. Che bei ricordi Alice! Anch'io adoro passeggiare nella natura e in questo periodo, passeggiando passeggiando,io e mio marito facciamo merenda con le more😍 Sono quasi finite ormai, ma qualcuna riusciamo ancora a mangiarla! La tua crostata è semplicemente fantastica cara! Da rifare!
    Un abbraccio e buona settimana,
    Mary

    RispondiElimina
  5. è una delle mie torte preferite!! penso che potrei mangiarne una intera! ottima da portare in montagna durante le camminate :)

    RispondiElimina
  6. che bei ricordi. Mi sarebbe piaciuto crescere in campagna e scoprire le meraviglie che ci regala la natura

    RispondiElimina
  7. Ciao Alice, mi ispira moltissimo questa tua frolla con l'olio e la farina di farro, la devo provare. Condivido con te la passione per le passeggiate nei boschi. Un abbraccio grande!!

    RispondiElimina
  8. Che buona! La tua frolla sarà buonissima, mi piacerebbe assaggiarla! Grazie per questa interessante ricetta e buona serata!

    RispondiElimina
  9. Che teneri ricordi e che bello passeggiare nei boschi alla ricerca di questi gustosi fruttini!
    La crostata è da 10 e lode..ho già l'acquolina :-P

    RispondiElimina
  10. Praticamente una crostata di ricordi e perciò buonissima di per sé! Un abbraccio Alice a presto :)

    RispondiElimina
  11. Mai vista una crostata tanto bella e buona, complimenti Alice. Poi i mirtilli raccolti nei boschi hanno tutto un altro sapore. Buon Weekend

    RispondiElimina