21 aprile 2021

Sporcamuss


In quest’epoca

tanti sono così ansiosi di educare il prossimo 

che non hanno tempo di educare se stessi

Oscar Wilde


Buffo nome per dei dolcetti golosi, semplici da preparare e veloci da far sparire! Gli Sporcamuss sono dei dolcetti tipici della cucina pugliese, di Bari per la precisione, due quadratini di pasta sfoglia croccante che racchiudono un voluttuoso ripieno di crema pasticcera, abbondantemente spolverati di zucchero a velo. Credo che il nome dialettale derivi dall’impossibilità di non sporcarsi addentandoli. Se avete voglia di fare da soli la pasta sfoglia qui  potete trovare la ricetta della mia sfoglia rapida, ma a parer mio il bello di questi dolcetti è anche nella loro semplicità e velocità di preparazione quindi vi consiglierei la sfoglia comprata al banco frigo del supermercato, l’importante è che sia nel formato rettangolare.


Ingredienti 

Per 20 pezzi 

1 pasta sfoglia rettangolare 

500 ml di latte

4 tuorli d'uovo

120 di zucchero semolato

40 gr di fecola di patate

1 limone bio

Inoltre

latte q.b.

zucchero a velo q.b.


Procedimento

Prima di tutto preparate la crema pasticcera. In un pentolino di acciaio mescolate i tuorli con lo zucchero fino a farli diventare spumosi, poi sempre mescolando aggiungete la fecola. Nel frattempo, mettete il latte sul fuoco con la buccia del limone e fatelo intiepidire. Eliminate la buccia del limone e aggiungete il latte poco per volta, sempre mescolando, al composto di uova. A questo punto mettete sul fuoco e, senza mai smettere di mescolare, portate al primo bollore. Togliete dal fuoco e travasate la crema in una ciotola, coprite con della pellicola trasparente da cucina, messa a contatto. Lasciate raffreddare a temperatura ambiente, poi nel caso trasferite la crema in frigorifero. Nel frattempo, srotolate la pasta sfoglia e  realizzate delle strisce larghe 6 cm, prima in senso orizzontale e poi in quello verticale,  in modo da ricavare 20 quadrati da 6x6 cm. Trasferiteli in una teglia rivestita di carta forno, distanziandoli tra di loro, spennellateli con del latte e spolverizzateli con zucchero a velo. Mi raccomando non bucherellate la pasta sfoglia per questa preparazione deve gonfiare. Infornate in modalità statica a 175° per 15 minuti o fino a quando non saranno belli gonfi, sfogliati e ben dorati. Sfornateli e poneteli a raffreddare. Riprendete la crema, lavoratela per qualche istante con una frusta e trasferitela all'interno di un sac-à-poche con bocchetta liscia da 10 mm. Una volta che saranno ben freddi (altrimenti si sbriciolerebbero) tagliate con un coltello affilato, non a seghetto, il primo quadrato di sfoglia, dividendolo a metà come se fosse un panino da imbottire. Farcite la base con la crema pasticcera, richiudete con la parte superiore e spolverate di zucchero a velo. Seguitate in questo modo fino a finire gli ingredienti. Ottimi appena fatti, ma perfetti anche nei giorni seguenti conservati in frigorifero. Buon appetito!



Buona vita e

alla prossima ricetta!





18 commenti:

  1. Che nome simpatico.. e che delizia!! baci e buona settimana :-**

    RispondiElimina
  2. Crujientes, crujientes :-)))

    RispondiElimina
  3. eee questi sono buonissimissimi😁😋

    RispondiElimina
  4. Io penso di averli mangiati quando ero a Bari però non ricordavo questo nome. Prendo da qui ormai dolci per me utopia. Buona settimana.

    RispondiElimina
  5. Il nome è simpaticissimo e rende proprio bene l'idea. Un dolcetto goloso con cui si torna un po' bambini impiastricciati 😋 Un bacio, buona settimana 😘

    RispondiElimina
  6. Hai ragione, questi dolcetti sono speciali anche per la caratteristica che li fai in poco tempo, perciò pasta sfoglia pronta, una crema pasticcera al volo e via di Sporcamuss!

    RispondiElimina
  7. Non li ho mai assaggiati ed aggiungerei: meno male!!!! Perché credo che fermarsi al primo o anche solo ad una quantità dignitosa, sia impresa ardua... adoro la pasta sfoglia e la crema pasticcera!!! :-)
    Un grande abbraccio

    RispondiElimina
  8. In effetti hanno un nome singolare ;-) devono essere deliziosi perchè la croccantezza della sfoglia va a nozze con la morbidezza della crema

    RispondiElimina
  9. ..e si, leggendo il nome ho pensato proprio all'impossibilità di sporcarsi nel gustare queste delizie :P
    Non ti nascondo che ne vorrei una in questo momento...

    RispondiElimina
  10. Adoro questi dolcetti di sfoglia, golosissimi!!!!

    RispondiElimina
  11. Davvero deliziosi, Alice. Semplici e di grande effetto.
    Un caro abbraccio,
    MG

    RispondiElimina
  12. quanto mi piacciono..che bonta'

    RispondiElimina
  13. Mi hanno sempre incuriosita, che voglia di provarli! un bacio Alice e grazie per la ricetta!

    RispondiElimina
  14. Non li ho mai mangiati ma mi fanno una voglia! Li proverò al più presto...

    RispondiElimina